04/mar/2013

La Ciociaria senza glutine; Pastena e le sue grotte e l'Agriturismo Il Ruspante




Basta!
E' ora di uscire dal letargo e ricominciare a gironzolare in lungo e in largo nei fine settimana .
Scoprire nuovi luoghi, vicini eppur sconosciuti, innamorarmi ancor più della regione
che mi ospita ormai da 12 anni, staccare la spina ed emozionarmi viaggiando.
E soprattutto, cari lettori e lettrici, mi sacrificherò per voi e proverò tutti i ristoranti,
locande, agriturismi (sul plurale ho consultato la Crusca), trattorie e bettole  in generale
che facciano cucina senza glutine.
Contenti?

E allora cominciamo.
Sabato sera partiamo con il nostro camperino (purtroppo il nostro week-end 
si limita alla domenica libera) alla volta della Ciociaria perché i bambini lamentano il fatto
di non essere mai entrati in una grotta e le più vicine a noi sono quelle di Pàstena (FR).

Da buona pugliese, quando ero "giovane" ho visitato le Grotte di Castellana e sono stata anche 
in quelle di Frasassi, entrambe spettacolari.
Devo dire però, che la visita di quelle di Pastena mi ha lasciata altrettanto a bocca aperta!


Vi consiglio di visitarle se vi trovate in zona.
Sono molto pulite e ben tenute e offrono due diversi percorsi; uno fossile ricco di suggestione
che dura circa 800 mt e l'altro attivo di circa 200 mt in cui la potenza dell'acqua la fa da padrona.


Il biglietto di ingresso alle Grotte (€8 per gli adulti e 6 per i bambini al di sopra dei 5 anni)
comprende anche la visita di un sorprendente Museo della Civiltà Contadina
situato nel centro del paesino di Pastena.
Sono rimasta favorevolmente impressionata dal grado di professionalità della guida che ci
ha accompagnati e dalla cura nei dettagli dello stesso museo.
A volte non serve spingersi a nord per trovare delle realtà che funzionano!


Veniamo ora al nodo centrale della giornata; il CIBO!

E' vero che da quelle parti si mangia bene dappertutto ma qui...
ragazzi che figata! (come direbbe qualcuno)
Innanzitutto il posto; pur essendo a ridosso di una strada (non molto trafficata devo ammettere)
la pace e il panorama sono da godere.
Tantissimo verde, giochi per i bambini (e anche per i grandi mi sa!), pecore e animali
e un meraviglioso portico dove abbiamo mangiato in felpa baciati da uno splendido sole marzolino!


Sto parlando dell'Agriturismo Il Ruspante
Gli antipasti erano qualcosa di indescrivibilmente buono.
Salumi autoprodotti, ceci in bianco, frittata con le patate, formaggio di capra,
 ricotta vaccina ancora calda, lenticchie, polenta arrosto (ma non per noi celiaci), 
peperoni, bruschette e olive piccanti...strepitoso!
Il primo era più semplice, scelto con pomodorini gratinati e formaggio di capra.
Peccato a mio avviso (avviso da appassionata di cucina rompiscatole esigente)
che né la pasta, né il pane, né i dolci senza glutine fossero fatti in casa!
Avevo voglia di intrufolarmi in cucina e metterci le mani ma mi sa che non si fa!




Bene, la nostra domenica si è conclusa bucolicamente spalmata al sole
e siamo rientrati a casa appagati e pronti per cominciarne un'altra :)
Spero di aver risvegliato la vostra voglia di viaggiare e col cuore dico

Buona settimana anche a voi!






4 commenti:

  1. Belle le foto, bello il racconto, allora ben tornati!!! Io sono a casa, con Gabry malato!!! Uffa!

    RispondiElimina
  2. bravissima Annalì!!! che bel post, pieno di enstusiamo e belle informazioni! Le grotte di Castellana le abbiamo visitate 3 anni fa e credo sia la cosa naturale più bella mai vista! bacioni cara :-X

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, viaggiare mi da davvero entusiasmo :)
      Un abbraccio

      Elimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...