08/ago/2014

Mini hamburger di miglio con pancetta e mais per il 100% Gluten Free (Fri)day!


Din don ultimo post prima delle vacanze sul binario 1...
Eh si ragazzi, come avrà notato forse qualcuno i ritmi si erano già rilassati ultimamente
ed ora è arrivato proprio il momento di chiudere per ferie e riposarci un po' tutti quanti.
Quest'anno si va al mare, niente montagna, dal momento che l'estate vera si fa
ancora desiderare e di fresco non se ne sente proprio la voglia ;)

Vi lascio con una buonissima ricetta e con un annuncio che forse vi sorprenderà
come ha sorpreso anche me nel momento incui è arrivato.
Ebbene si, la ricetta che vi presento è tratta dal "Libro di ricette Cooking Chef Kenwood"
di cui, udite udite, la sottoscritta ha curato la sezione Senza Glutine!


Con l'acquisto di un robot Kenwood Cooking Chef infatti, il ricettario sarà vostro e vi
troverete tutte le mie ricette senza glutine più tante altre gustosissime idee per tutti i gusti.
E allora veniamo alla ricetta di oggi che trovate a pagina 224 del ricettario.

Ingredienti
(per 4 persone)
100 gr di miglio (io Nutrifree)
700 ml di acqua
1 cucchiaino di sale
1 uovo
80 gr di pancetta dolce consentita
70 gr di formaggio Asiago
50 gr di mais 
4 cucchiai di maizena
pangrattato e farina di mais tostato per panare
6 cucchiai di olio di riso per friggere

Versate l'acqua, il sale e il miglio sciacquato nella ciotola.
Cuocete alla temperatura massima per circa 20 minuti a velocità di mescolamento
in cottura 1, con il gancio con spatola a spirale.
Quando il miglio risulterà morbido, scolatelo e lasciatelo raffreddare.
Strizzate il miglio e aggiungete la pancetta, il formaggio tritato, l'uovo sbattuto e la maizena.
Amalgamate fra loro gli ingredienti e lasciate riposare circa 15 minuti.
Preparate in un piatto il pangrattato e la farina di mais mescolati.
Con le mani leggermente umide, o con due cucchiai, prelevate delle quenelle di impasto
e rotolatele nella panatura coprendole e schiacciandole un po'.
Friggetele quindi in olio ben caldo e cospargetele di sale prima di servire.

Con questa ricetta partecipo al #GFFD 




25/lug/2014

Patatas bravas; dalla Spagna le tapas per il 100% Gluten Free (Fri)day #GFFD





Tapas per eccellenza, queste deliziose patate le troverete ovunque nei Tapas bar
di tutta la Spagna e saranno (contaminazioni a parte) gluten free!
Per farle ho seguito la ricetta di Giallozafferano con un'unica variante..anzi due;
la prima, voluta, è stata l'aggiunta finale di alcune gocce di tabasco, deliziosa trovata!
La seconda, involontaria, è stata quella di aver usato il concentrato di pomodoro al posto della passata
(non avevo letto bene) e quindi ho dovuto allungare di più la salsa usando del vino bianco.
Comunque decidiate di farle...piaceranno a tutti!!!

Ingredienti
1 kg circa di patate
2 cucchiai di passata di pomodoro
2 cucchiai di aceto (io di mele)
sale
paprika dolce in polvere senza glutine
6 cucchiai di olio Evo
qualche goccia di tabasco (a piacere)

Lavare e pelare le patate tagliandole a piccoli tocchetti.
Scaldare l'olio in una padella capiente e versarvi le patate saltandole per 5 minuti.
Trascorso questo tempo coprire con un coperchio mescolando di tanto in tanto
solo muovendo la padella e senza l'utilizzo di mestoli o cucchiai.
Cuocere per circa 20 minuti a fiamma bassa.
Intanto mescolare gli ingredienti per la salsa.
A cottura ultimata, sempre sulla fiamma, spolverare le patate con la paprika
e versare la salsa alzando la fiamma e lasciando evaporare.
Gustare calde


Con le mie Patatas Bravas, partecipo al #GFFD
Postate qui la vostra ricetta senza glutine del venerdì!


23/lug/2014

Focaccia ripiena senza glutine con zucchine, cipolle e scamorza affumicata



La focaccia è nel mio DNA di donna di Puglia e non posso fare a meno,
almeno una volta a settimana, di provarne una nuova.
La base per la focaccia ripiena senza glutine è sempre la stessa di Olga/Felix
che uso da anni. Non semplicissima da stendere poiché resta abbastanza molliccia,
ma se resistete alla tentazione di aggiungere farina e vi munite di pazienza e mani bagnate...
avrete un risultato finale di cui non vi pentirete!

Ingredienti
per la focaccia
280 gr di Farina Nutrifree per pane
140 gr di Glutafin
80 gr di Farina Conad Universale
350 ml di acqua
40 ml di olio Evo
1 cucchiaino e mezzo di sale
15 gr di lievito
per il ripieno
3 cucchiai di patè di olive homemade
3 zucchine romanesche piccole (o 2 grandi)
4 cipollotti freschi
70/100 gr di scamorza affumicata fresca
sale e pepe q.b.

Sciogliere il lievito nell'acqua appena tiepida in planetaria.
Unire gradatamente le farine e aggiungere infine olio e sale.
Lavorare a media velocità  per 15 minuti.
Trasferire l'impasto in una ciotola sigillata e lasciar lievitare per circa 1 ora e mezza.
Intanto sbucciare e affettare sottilmente le cipolle.
Rosolarle in una padella con 2 cucchiai di olio e uno di acqua.
Unire le zucchine grattugiate e cuocere per 10 minuti salando alla fine.
Riprendere l'impasto e sgonfiarlo con le mani appena unte. 
Dividerlo in due parti una delle quali sarà leggermente più abbondante dell'altra.
Oliare una teglia (io ne ho usata una rettangolare di cm. 38x28) e stendervi la parte più grande
con le mani "sporche" di olio, lasciando i bordi laterali leggermente alti.
Spalmare il paté di olive e distribuirvi il ripieno preparato e la scamorza a pezzetti.
Sempre con le mani unte o appena bagnate di acqua, appiattire l'impasto rimanente e
sovrapporlo al ripieno stendendolo completamente fino a raggiungere i bordi che richiuderete verso l'interno.
In questa fase, non preoccupatevi se la pasta di "strapperà" un pochino (poiché essendoci zero glutine
questo accadrà) tanto in fase di cottura servirà a far fuoriuscire il vapore interno.
Spennellare appena con altro olio e cuocere in forno caldo a 200° per 30/40 minuti.





18/lug/2014

Stecco banana e lamponi allo yogurt per il 100% Gluten Free (Fri)day!



L'anno scorso ho regalato a mia figlia un libro troppo carino: Sale e Pepe Kids.
Lei si diverte a scegliere le ricette da realizzare con le sue amiche
e l'altro giorno ci siamo cimentati nella preparazione di questi buonissimi stecchi!
Abbiamo sostituito i lamponi alle fragole e il miele allo zucchero.
I lamponi nei gelati restano un tantino amarognoli quindi, se non graditi, potete evitare di aggiungerli.
Pronti?


Ingredienti
(per 6 stecchi)
mezza banana
100 gr di lamponi
125 gr di yogurt bianco dolce senza glutine
125 ml di panna liquida fresca
1 cucchiaio di miele

Frullare la banana e tre quarti dei lamponi sciacquati e asciugati.


 Montare la panna unendo a filo il miele.
Incorporare la purea di frutta alla panna delicatamente e mescolare.

Aggiungere lo yogurt senza smontare il composto e versare nelle formine
unendo (a piacere) dei lamponi interi.

Porre a congelare per 24 ore e poi servire ai vostri bambini


Questa ricetta partecipa al 100% Gluten Free (Fri)day!
#GFFD posta qui la tua ricetta senza glutine del venerdì!



16/lug/2014

Sorbetto ai limoni di Sicilia senza glutine



Durante un recente week-end trascorso in Sicilia ho acquistato un libricino di ricette
tutte una più allettante dell'altra....


La ricetta di oggi è appunto tratta da questo ricettario ed è un classico siciliano
il Sorbetto al limone.
Comodo da preparare e conservare in freezer, non necessita di gelatiera né di altri robot.


Ingredienti
1/2 litro di succo di limone (circa 12 limoni)
250 ml di acqua
1 albume
200 gr di zucchero semolato
50 gr di zucchero a velo consentito

Mettere l'acqua e lo zucchero semolato in un pentolino e portare a bollore fino a 
totale scioglimento dello zucchero e lasciar raffreddare.
Intanto spremere e filtrare i limoni.
Montare a neve l'albume aggiungendo gradualmente lo zucchero a velo.
Unire il succo di limone allo sciroppo raffreddato e aggiungere anche l'albume
mescolando delicatamente.
Versare in una vaschetta e porre in freezer per almeno 4 ore mescolando 
di tanto in tanto.


Le dosi indicate fanno si che il sapore del limone sia molto predominante.
Se vi piace meno forte aumentate la quantità dell'acqua nella stessa misura
in cui diminuirete la quantità di succo di limone.
Per noi è perfetto così, dissetante e digestivo al punto giusto!

14/lug/2014

Biscotti senza glutine all'uvetta e mandorle dal Parco Nazionale d'Abruzzo!


Non so dirvi quanto buoni, friabili e profumati siano questi biscotti.
E poi si preparano in 5 minuti e senza sporcare nulla se non una ciotola e un cucchiaio!
La ricetta me l'ha gentilmente passata la meravigliosa Rudy, compagna di Alessandro
che gestisce un pezzo di paradiso nel Parco Nazionale d'Abruzzo.





Lo scorso inverno abbiamo passato un tranquillo (si fa per dire visto che quella sera, mentre si chiacchierava amabilmente vicino al camino acceso, fummo sorpresi da una forte scossa di terremoto) weekend sulla neve.
Dopo il riposino pomeridiano, ci svegliammo con un profumo che saliva su per le scale
e che proveniva indubbiamente dalla cucina.
Lo seguimmo per arrivare nel caldo salotto dove una torta di mele e questi biscotti aspettavano
gli ospiti invitandoli all'assaggio accompagnati da un rilassante té verde.
Ovviamente erano con il glutine e io e mia figlia dovemmo accontentarci  di soddisfare
Vista e Olfatto lasciando il Gusto all'asciutto!
Non potevo però ripartire senza essermi fatta dare la ricetta e da allora non li ho più abbandonati.
Li faccio e li rifaccio, con mille varianti e ogni volta mi dico sempre che sono troppo pochi!!!
Grazie Rudy!!!

La ricetta la trovate su Dolci.it

13/lug/2014

La collina dei conigli



Semplicemente fantastico!
Uno dei libri più belli che io abbia mai letto, che infonde coraggio, ottimismo e speranza.
Intrigante dalla prima all'ultima pagina (e sono tante) è uno di quei racconti che
non si riesce ad abbandonare, un mondo in cui ci si sente trasportati cominciando perfino
a parlare e a pensare in "lapino" :)
Imperdibile per tutti e per ogni stagione!


LA TRAMA
Timido Quintilio è un profeta e sa che una terribile minaccia sta per abbattersi sulla sua gente. Ma quando tenta di mettere in guardia il suo popolo, non viene creduto. In compagnia di un gruppo di fidi compagni, intraprende allora un viaggio alla conquista della libertà e di una nuova possibilità di vita. E se questo è lo scopo, che importa che Quintilio e i suoi amici siano conigli? Un romanzo epico con cui la letteratura contemporanea ricrea la sua "Iliade" e la sua "Odissea". 

08/lug/2014

Friselle senza glutine con lievito madre; ed è subito Puglia!



Ed è subito ricordi!
Felicità, merende, calde estati, profumo di origano, capperi, pomodori, mare e scogli!
Tutto il mio passato è racchiuso in una Frisella, pensate che mi chiamavano Anna Frisa!
E tutta la mia delusione dall'inizio della dieta aglutinata, nel sapere che non esistono in commercio
prodotti che assomiglino lontanamente alle originali.
Quando ho visto la ricetta delle Frise sul blog delle care Alice ed Ellen, ho deciso subito di provarci.
Loro sono affidabili e soprattutto sono pugliese celiache, proprio come me!!!
Quando le ho mangiate, ben condite e profumate, non vi nascondo che mi è venuta fuori una lacrimuccia per l'emozione...son identiche a quelle della mia infanzia!
Poi anche Sonia le ha rifatte e non ho potuto attendere oltre!
Ragazze...non sapete quanto mi avete resa felice :)
Le ho provate una prima volta con il lievito di birra e poi le ho rifatte e rifatte e rifatte
con il lievito madre; strepitose!
Ottime in entrambe le versioni, ho usato un mix diverso, quello che solitamente utilizzo
per il pane ma con una piccola parte di grano saraceno che rende una lontana idea della semola
di grano duro con cui solitamente le frise vengono preparate.

Ecco qui la mia versione

Ingredienti
250 gr di Farina per pane Nutrifree
30 gr di Farina Nutrifree di grano saraceno
140 gr di Farina Glutafin
80 gr di Farina Conad
100 gr c.ca di lievito madre senza glutine
50 gr di olio
330 ml di acqua
5 gr di zucchero
10 gr di sale

Il lievito madre dovrà essere stato rinfrescato almeno 3 ore prima, oppure tolto
dal frigo almeno 3 ore prima della preparazione.
Sciogliere il lievito nella ciotola del Kenwood insieme all'acqua e allo zucchero.
Pesare le farine e aggiungerle nella ciotola lavorando con il braccio impastatore.
Una volta assorbita l'acqua, versare l'olio e infine il sale.
Continuare a lavorare per circa 10 minuti quindi trasferire l'impasto in una ciotola coperta.
Lasciar lievitare fino al raddoppio in base ai tempi del vostro lievito.
In questo periodo caldo ci vorranno circa 2 ore e mezzo o tre.
Riprendere l'impasto, scaravoltarlo su un piano infarinato con farina di mais sottile e Mix it!
e lavorarlo aiutandosi con un tarocco.
Staccare dei pezzi del peso di circa 80 gr cadauno
Lavorare ogni pezzo di pasta e stenderlo in un salsicciotto di circa 20 cm.
Coprire con un canovaccio e lasciar lievitare ancora un'oretta.





Scoprire e salsicciotti e chiuderli a formare un tarallo.
 Se necessario dividere in due il salsicciotto prima di chiuderlo 
(dovrà rimanere un buco al centro che non sia troppo largo).
Disporre su una leccarda  e portare il forno a 200°
Infornare la prima teglia per 20/30 minuti 
(qui dipende dal forno ma fare in modo che rimangano bianche)
Estrarla e cuocere la seconda teglia di frise.
Intanto, quando le prime frise sfornate si saranno raffreddate, tagliarle a metà (a libro).


Una volta terminata la cottura della seconda teglia, infornare le frise "aperte"
a 170° per circa 30 minuti o finché saranno dure.
Ripetere l'operazione con le altre frise.
Si conservano per diverso tempo in un contenitore o in una busta bel sigillate.

Per condirle
olio Evo
pomodorini
sale
origano

Bagnare le frise sotto il getto di acqua fredda e disporle in un piatto.
Condirle con l'olio Extravergine d'oliva e spremerci i pomodorini.
Aggiungere il sale e l'origano e a piacere i capperi


Per la ricetta con il glutine potete ispirarvi a questo articolo


04/lug/2014

Pao de queijo per il 100% #GFFD


Li avete mai assaggiati questi panini brasiliani al formaggio?
Sono buonissimi, ottimi per un aperitivo e sfiziosi per un buffet
Facili e naturalmente senza glutine, li avevo già pubblicati qualche anno fa ma 
val la pena di ricordarli.
Io li ho scoperti grazie al Cuoredifarinasenzaglutine e non li lascio più :)

La ricetta la trovate qui
e anche sulla pagina delle ricette del Gluten Free (Fri)day!


02/lug/2014

Tagliatelle vodka e salmone senza glutine, con Lalla's kitchen


Questa è una ricetta che propongo ai miei da anni e ancora riscuote parecchio successo.
Perfino mio figlio, che non mangia quasi nulla, gradisce questa pasta.
Pensate che risale ai tempi della famosa Agenda di Suor Germana :)
Questa volta l'abbiamo provata con una superba pasta all'uovo, quella di Lalla's Kitchen.
Non conoscete questo sito di vendita online?
Allora dovete leggere la nostra intervista alla ideatrice, Claudia e al suo socio Mike
che abbiamo pubblicato lo scorso mese su Gluten Free Travel&Living
Cliccate qui per leggere tutto e guardate anche lo sconto a voi riservato in caso di ordini!

Ma ecco la ricetta

Ingredienti (per 2 persone)
250 gr di tagliatelle all'uovo Lalla's kitchen
100 gr di salmone affumicato
80 ml di panna da cucina
2 cucchiai di vodka 
1 scalogno
1 cucchiaio di burro
1 cucchiaio di olio Evo
pepe q.b.

Portare ad ebollizione una pentola colma di acqua.
In una padella antiaderente, sciogliere il burro con l'olio e rosolarvi lo scalogno sottilmente affettato.
Sfumare con la vodka e lasciar andare a fuoco basso per qualche minuto.
Unire il salmone a pezzettini, mescolare bene e aggiungere la panna.
Lasciar sciogliere per un minuto e spegnere il fuoco.
Scolare la pasta e mantecarla nella padella con qualche cucchiaio di acqua di cottura
Servire con una macinata di pepe fresco.

Oltre alle tagliatelle, abbiamo già provato di Lalla dei meravigliosi rustici, un croccantissimo pane
delle frolle da colazione ripiene di marmellata e crema di nocciole
e...dei meravigliosi bigné!


A presto con nuovi suggerimenti e assaggi| da sito di Lalla's Kitchen




LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...