29 mag 2015

Fusilli di riso con pomodorini e paté di olive senza glutine



Vi ho già parlato della nuova Pasta Bio Viazzo in questo post
e anche in quest'altra preparazione esaltando la semplicità del suo gusto
e la buona tenuta di cottura e sapore pur essendo una pasta di solo Riso.
Aggiungerei 100% italiano e Bio!
E allora ecco a voi una nuova ricetta veloce e gustosissima adatta
alla stagione estiva che sta finalmente arrivando 

Ingredienti (per 2 persone)
1 confezione di Fusilli di riso Viazzo
6 pomodorini ciliegino
4 cucchiai di olio Evo
1 spicchio d'aglio
3 cucchiai di paté di olive taggiasche

Preparazione semplice e veloce.
Portare a bollore una pentola colma di acqua salata.
In una padella antiaderente scaldare l'olio con l'aglio e poi aggiungere
i pomodorini tagliati a metà lasciandoli appassire.
Spegnere la fiamma e condire con il paté amalgamando per bene.
Scolare la pasta e versarla nella padella con qualche cucchiaio 
di acqua di cottura.
Servire calda oppure anche fredda.


Questa ricetta va come ogni venerdì nella stiva del 


26 mag 2015

Torta di compleanno senza glutine alle fragole e amaretti


Tempo di compleanni a casa mia!
Appena passato quello della mia dolce metà, aspetteremo a giugno quello
del piccolo di casa, a luglio della principessa e ad agosto della sottoscritta.
E allora cominciamo con una carrellata di torte fresche e buone?
Questa è la prima, nella stagione delle fragole ho voluto abbinare questo 
frutto alla dolcezza degli amaretti in un tripudio cromatico.


La ricetta, eseguita interamente con l'ausilio del Kenwood Cooking Chef
l'ho postata per voi sul sito di Kenwood Cooking club
Vi aspetto ;)


22 mag 2015

Salmone fresco ai capperi e timo super veloce!


Cerco sempre di variare il menu settimanale alternando verdure a proteine e carboidrati
proprio come una brava mamma/massaia/cuoca dovrebbe fare.
Quando arriva il momento del pesce però vado sempre in crisi
perché nel mio immaginario, cucinare il pesce prende sempre tanto tempo 
e devo accuratamente scegliere la giornata in cui non torno a casa troppo tardi.
E questa è la vera difficoltà!
Così l'altro giorno, dopo aver accuratamente pianificato il mio pomeriggio in casa,
è sopraggiunto il solito imprevisto che mi ha fatto rientrare a 10 minuti
dall'ora di cena e non ho nemmeno avuto il tempo di cercare in rete
una nuova stuzzicante ricetta per il mio salmone!
E allora...la necessità aguzza l'ingegno e ho involontariamente creato
la più buona e veloce ricetta di Salmone Fresco mai fatta :)

Ingredienti (per 2 persone)
2 filetti di salmone fresco
2 cucchiai di olio Evo
1 spicchio di aglio
1 fetta di limone
1 mazzetto di timo fresco
1 cucchiaio di capperi
sale e pepe

Scaldare l'olio in una padella antiaderente con lo spicchio di aglio.
Rimuovere l'aglio e disporre i filetti dalla parte rosa rosolandoli per un minuto.
Girarli delicatamente e rosolare per un altro minuto.
Unire la fetta di limone, i capperi e il timo, coprire e cuocere per 4 o 5 minuti.
Servire con una macinata di pepe fresco e poco sale.


Con questa ricetta partecipo al Gluten Free (Fri)day


19 mag 2015

Cheesecake cremosa alle fragole e cioccolato senza cottura con Kenwood



La cheesecake più buona che abbia mai fatto ve la presento oggi.
Nata, come accade spesso per questi dolci che non necessitano di basi  e dosi storiche,
dalla unione di altre ricette e dai gusti e ingredienti del momento,
è una cheesecake realizzata per il Libro di Ricette del Kenwood cooking Chef
e la trovate infatti a pagina 238 dell'omonimo ricettario.



La prima volta l'ho fatta con l'Agar Agar (quella che vedete in foto) con il 
quale non ho un gran bel rapporto, forse perché abituata al grado di 
addensamento e consistenza che fornisce la gelatina in fogli.
Ma, come spesso accade, è stata proprio quella cremosità della copertura
a conferire alla torta un bontà unica!!!
Naturalmente, se desiderate la vostra crema gelificata come in tutti i classici
dolci cheesecake, allora usate la colla di pesce indicata in alternativa nella ricetta


Ingredienti (per 10 persone)
Per la base
200 gr di frollini senza glutine al cacao
90 gr di burro chiarificato fuso (anche burro normale)
20 gr di cioccolato fondente senza glutine (io Fior Fiore Coop)
Per la salsa alle fragole
150 gr di fragole
1 cucchiaio di zucchero
200 ml di crema di latte
4 o 5 gr di agar agar senza glutine (io Rebecchi)
oppure
3 fogli (6 grammi) di colla di pesce senza glutine (io Rebecchi)
Per la crema
250 gr di mascarpone
200 gr di ricotta vaccina
Mezzo cucchiaino di estratto puro di vaniglia
80 gr di zucchero a velo senza glutine homemade
Per la decorazione
10/15 fragole intere
40 gr di cioccolato fondente
Riccioli di cioccolato senza glutine


Se usate la colla di pesce:
Ammollare i fogli di colla di pesce in acqua fredda per circa 10 minuti.

Grattugiare il cioccolato con la grattugia a dischi e tenere da parte.
Preparare la base frullando i biscotti con la frusta K alla massima velocità per 2 minuti
e aggiungere il cioccolato.
Unire il burro fuso e mescolare a vel. 4
Imburrare leggermente uno stampo a cerniera da 24 cm. e ricoprirla di carta da forno.
Versarvi il composto di biscotti e burro e pressare con un cucchiaio.
Mettere in frigo.
Preparare la salsa
Nel Food processor frullare grossolanamente le fragole
Montare il gancio a mezzaluna per la cottura e versare la panna, le fragole, 
la gelatina ben strizzata e lo zucchero; cuocere per  4 minuti a temperatura 90° con velocità 1.
Se si usa l’agar agar, portare a 90° i suddetti ingredienti, poi aggiungere l’agar agar 
e cuocere ancora per 1 minuto a vel. 1 temp. 100°.
Lasciar intiepidire per 10 minuti
Preparare la crema
In planetaria con la frusta gommata, lavorare il mascarpone con lo zucchero a velo l’estratto di vaniglia e la ricotta a vel.2, fino ad ottenere una crema soffice.
Unire la salsa intiepidita e amalgamare a vel. minima
Togliere dal frigo la teglia con la base e versarci sopra la crema preparata livellandone la superficie.
Lasciar raffreddare per almeno 3 ore.
Decorare
Versare il cioccolato a pezzetti nella ciotola, inserite la frusta gommata e 
impostare la velocità di mescolamento in cottura a 1 temperatura 30° 
fondendo dolcemente il cioccolato.
(Se non avete Kenwood, fondete il cioccolato in microonde a 600W oppure a bagnomaria)
Immergere le fragole fino a metà e decorare la torta a piacere 
completando con i riccioli di cioccolato.
Conservare in frigo fino al momento di servire


15 mag 2015

Pennette con Pesto alla Trapanese senza glutine di Jamie Oliver


Che fatica questo periodo!
La fine dell'anno scolastico si avvicina e così anche la mia di fine!
Mille impegni, cambi di stagione caldo improvviso e tanto tanto da fare.
Il mio caro blog per ora si sta accontentando di una ricetta a settimana
ma almeno il venerdì pubblicare è d'obbligo ;)
Perché?
Ma perché io le mie belle sglutinate di Gluten Free Travel and Living
ci siamo inventate questo Gluten Free (Fri)day
e ormai tutti mandano qui le loro ricette!
E anche la mia ci finirà oggi!


Ma questa ricetta non finirà solo nella raccolta del #GFFD
perché la includiamo anche nel  #Foodrevolution day di Jamie Oliver!
Leggete qui tutte le istruzioni per l'uso ;)




Eccola allora la ricetta di Jamie tratta dal suo libro 
"I miei Menu da 30 minuti"

Ingredienti (per 2 persone)
200 gr di penne senza glutine (io Pangea)
20 gr di parmigiano grattugiato (io pecorino stagionato)
1 spicchio d'aglio
50 gr di mandorle pelate
mezzo peperoncino
1 mazzetto di basilico fresco
2 filetti d'acciuga sott'olio
200 gr di pomodorini ciliegino

Portare a bollore abbondante acqua salata  per cuocervi la pasta.
Preparare intanto il pesto.
Tritare nel mixer o nel Bimby il pecorino, le mandorle, l'aglio e il peperoncino.
Aggiungere il basilico (lasciando da parte qualche foglia intera),
le acciughe e due terzi dei pomodori mentre il mixer continua a tritare.
Frullare e aggiungere un cucchiaio di olio Evo per rendere il pesto
bello cremoso. Assaggiare e se serve aggiungere un poco di sale.
Scolare la pasta e condirla con il pesto preparato unendo un po'
dell'acqua di cottura per amalgamare meglio.
Completare con i pomodorini tagliati a spicchi e il basilico intero.



08 mag 2015

Patatine novelle croccanti di Jamie Oliver



Adoro Jamie e lo sapete ormai tutti....ho perfino un Tag dedicato a lui!
Registro le puntate dei suoi programmi e me le guardo tutte ma la cosa che più mi piace di lui è il suo modo di approcciare la cucina perché un attimo prima di guardarlo con le mani in pasta ti eri dimenticata di quanti ingredienti semplici e profumati esistessero intorno a te. Sempre alla ricerca di novità, a volte mi capita di dimenticare la semplicità che è infondo l'ingrediente che amo di più!
E oggi, l'occasione di portare Jamie in tavola è resa più facile dall'evento che ogni anno
Jamie organizza, il #Foodrevolutionday!
e siccome io e le mie colleghe di Gluten Free Travel & Living
non ci lasciamo sfuggire nulla di ciò che accade nel mondo del cibo,
grazie alla nostra Fabiana che per il #Foodrevolutionday è addirittura ambassador
vi invitiamo a postare le vostre ricette di Jamie Oliver, con il banner che vedete qui sotto
e incollarne il link sotto questo post


Il piatto che vi presento oggi è in realtà un contorno ma io mangerei queste patatine senza sosta, come se costituissero il mio piatto principale perché sono troppo troppo buone e inoltre facili da preparare.
Ai fornelli!

Ingredienti per 4 persone
500 gr di patatine novelle
6 spicchi d'aglio
rosmarino e timo freschi
1/2 limone
4 cucchiai di olio Extra vergine di oliva


Lavare le patatine eliminando tutta la terra.
Tagliare le più grosse a metà e disporle in un wok con gli spicchi di aglio schiacciati
ma vestiti. Coprire completamente con acqua bollente e lasciarle cuocere con il coperchio
per circa 12/15 minuti assicurandosi con una forchetta che l'interno sia morbido per tutte.
Scolarle e riscaldare una grande padella antiaderente.
Versare l'olio e le patate dopo aver fatto scoppiare la buccia di quelle intere.
Saltare a fiamma alta per almeno 5 minuti, unendo anche le erbette e una generosa
presa di sale e spadellando senza usare un cucchiaio.
Una volta che le patate saranno ben rosolate e croccanti portarle in tavola
con il limone da spruzzarci sopra a piacere.

E questa ricetta va anche nella raccolta del Gluten Free (Fri)day
che oggi decreta la vincitrice della Scuola di cucina di aprile
e annuncia la nuova ricetta per il prossimo mese

Quante novità oggi!!!

07 mag 2015

Torta Margherita con macedonia di fragole e panna senza glutine


E finalmente maggio è arrivato con il suo delirio di fragole rosse e succose!
Sia chiaro...vedo in giro fragole dal mese di gennaio ma...
chiudo gli occhi e mi giro dall'altra parte ;)

Mi piace che le stagioni e il passare del tempo siano scanditi anche
da questo: dal ricordo di un cibo legato ad un momento del passato, 
dal profumo dei peperoni arrostiti incastrato nel luglio delle estati al mare,
dal rumore di un baccello di piselli novelli aperto mentre arriva 
ad un sonoro starnuto di allergia, 
dal profumo dei mandarini sulla tavola di Natale.
Ecco perché non potrei mangiare una parmigiana di melanzane a Carnevale ;)

Le fragole sono troppo legate alla Festa della Mamma nei miei ricordi
e allora, se non arriva quasi maggio non si possono comprare!

Fragole "Favetta" di Terracina visto che ormai vivo nel Lazio e ne trovo sempre.
Piccole, dolci e profumate eccole sulla mia tavola e nei miei dolci!


La ricetta di questa Torta l'ho postata per voi su Dolci.it

28 apr 2015

Zucchero liquido che non cristallizza



Oggi non vi cedo una vera e propria ricetta ma un ottimo
espediente per fare lo zucchero liquido da utilizzare in
moltissime preparazioni di pasticceria oppure semplicemente
per insaporire macedonie e insalate di frutta.
Fondamentale anche per preparare le bagne per le nostre torte,
questa  zucchero liquido non cristallizza mai e rimane perfettamente
liquido per diverso tempo.
La ricetta me l'ha gentilmente ceduta il pasticcere Angelo di Gaudio 
titolare della Pasticceria senza glutine Gamela di Frascati
di cui potete leggere di più in questo post

Ingredienti
145 g di acqua
20 g di destrosio
130 g di sciroppo di glucosio
270 g di zucchero semolato

Preparazione semplicissima
Basta versare tutto in una pentola e controllare con un termometro
che il tutto arrivi a 85° C
In alternativa, come ho fatto io, si può usare il Kenwood Cooking Chef
Con la spatola gommata da cottura a velocità 2 di mescolamento
 portando tutto a 85° C
Una volta a temperatura, basta versare il liquido in un barattolo di vetro 
sterilizzato e chiuderlo ermeticamente lasciando raffreddare.
Si conserva in dispensa per diversi mesi.

Potete anche guardare questa ricetta di zucchero liquido
ma, come si intravede anche in foto, essendoci solo acqua e zucchero
avrete presto dei cristalli sulla base del barattolo.

24 apr 2015

Lemon Madeleines di Martha Stewart senza glutine



Sublimi, delicate, scioglievoli, soffici...insomma perfette!
Le ricette di Martha Stewart sono sempre affidabili e fino ad ora
non si è mai smentita per quel che mi riguarda.
Il suo libro Cookies, è tutto da sfogliare e mangiare con gli occhi 
prima ancora di provarlo e riprovarlo.
Certo, non sono ricette da tutti i giorni poiché ricche di zuccheri e grassi
ma altrimenti che americana sarebbe?
Vi consiglio di provare anche tutte le ricette che trovate in questo blog sotto
l'etichetta Martha Stewart come per esempio i Thumberprints alle nocciole,
le girandole ai fichi,  i cantucci al cioccolato e pistacchi e altro ancora.

Le unità di misura espresse in Cookies (che è in inglese ovviamente)
sono i famosi Cups&Spoons ormai facilmente reperibili anche in Italia
e io, fra parentesi, riporterò la mia conversione in grammi leggermente
modificata sulla versione senza glutine e alleggerita di zucchero.
Che peraltro è risultata perfetta ;)


Ingredienti
(per circa 30 maddalene)
1 tazza e 1/2 di farina setacciata
(io 185 g di farina per dolci Alimenta 2000)
1/2 cucchiaino di lievito per dolci consentito (circa 2 g)
1/4 di cucchiaino di sale fino (io un pizzico)
3 uova grandi
2 tuorli grandi*
3/4 di tazza di zucchero (io 135 g)
1 cucchiaino di estratto di vaniglia puro
la buccia grattugiata di 2 limoni bio
2 cucchiai di succo di limone
1 e 1/2 stick di burro fuso (io 160 g)
zucchero a velo consentito

Fondere il burro e lasciarlo raffreddare.
Setacciare la farina, il lievito e il sale in una ciotola.
In planetaria, con la frusta K, disporre le uova, i tuorli, lo zucchero, 
la vaniglia, il succo e la scorza di limone e lavorare 
per circa 5 minuti a velocità medio-alta.
Unire il burro fuso e, usando una spatola in silicone, incorporare
delicatamente la farina poco per volta e amalgamare sciogliendo bene i grumi.
Lasciar riposare per circa 30 minuti.
Preriscaldare il forno a 175° ventilato per dolci 
Imburrare (se necessario in base alle teglie, io non l'ho fatto)
uno stampo per maddalene e versarvi l'impasto.
Cuocere per circa 10/15 minuti in base al forno, tenendo presente
che le maddalene saranno pronte quando i bordi cominceranno a dorare.


Sfornare e lasciare nello stampo per qualche minuto prima di estrarle
e lasciarle raffreddare completamente su una gratella.
Cospargerle di zucchero a velo prima di gustarle.
Non le lascerete mai più!!!



*non buttate gli albumi avanzati ma preparate ad esempio questi gustosissimi bon bon 

Io porto questa ricetta al Gluten Free (Fri)day mi seguite?


23 apr 2015

Corso di cucina senza glutine con Gambero Rosso


Ormai lo sapete tutti che il mio impegno verso il mondo senza glutine
non si limita più a questo spazio virtuale vero?
E' da quasi due anni che con le vulcaniche colleghe di
Gluten Free Travel & Living abbiamo messo su un sito 
dedicato solo a noi celiaci e intolleranti, al nostro vivere, viaggiare... esistere!
E come saprete ora Gluten Free Travel & Living
è diventata anche una associazione che si occuperà dei suoi soci a 360°
e con i soci crescerà per costruire un futuro libero da pregiudizi.
Ecco il nostro primo regalo ai soci e a chi vorrà seguirci in questa avventura; 
un corso di cucina senza glutine a Palermo e chissà che presto non si 
allarghi a tutto il territorio italiano...stay tuned ;)


Palermo, 28 aprile 2015: queste le coordinate da appuntare in agenda per tutti coloro che vogliano cimentarsi nella cucina senza glutine in maniera divertente, professionale e coinvolgente. La Città del gusto, ovvero la prestigiosa scuola di cucina del Gambero Rosso, propone un corso intensivo di 3 ore tenuto dalla chef Michela Lareddola, nella splendida e attrezzatissima sede del Palazzo Branciforte.
Il corso è organizzato in collaborazione con Gluten Free Travel & Living: saremo lì con voi in cucina per affiancare la docente, presentarvi la nostra neonata Associazione ed esporvi tutti i progetti e le iniziative che stiamo pensando per gli associati.
Chi si è già associato a Gluten Free Travel & Living potrà partecipare al corso al prezzo speciale di euro 55,00.
Chi non è associato potrà scegliere una delle seguenti modalità:
  • acquistare il corso al prezzo di listino (euro 70,00) 
  • associarsi a Gluten Free Travel & Living (al costo di euro 15,00). Scegliendo questa seconda opzione potrete acquistare il corso con la riduzione riservata agli associati (euro 55,00) e, in più, beneficiare per un anno di tutte le altre iniziative che abbiamo in cantiere per i soci.

Chi è Gambero Rosso?
Gambero Rosso è l’azienda leader del settore enogastronomico in Italia ed uno dei riferimenti per gli appassionati di tutto il mondo.Oltre ad essere un gruppo editoriale multimediale, con le sue guide, il mensile, il settimanale Tre Bicchieri e i programmi di Gambero Rosso Channel (SKY 412), è anche promotore della formazione e della promozione del Made in Italy all'estero. Propone una grande varietà di corsi sul cibo e sul vino per ogni livello di competenza, organizzati nelle Città del gusto di Roma, Napoli, Catania e Palermo (presto anche Milano, Torino ed altre città italiane ed estere).
Come si svolgerà il corso?
La lezione si svolgerà dalle ore 19.00 alle ore 22.00 e sarà strutturata in una parte teorica, in cui la chef proporrà un gustoso menu senza glutine (illustrando le ricette, i materiali da utilizzare e le tecniche più efficaci) e in una parte pratica, in cui ogni partecipante eseguirà la ricetta sotto la supervisione della chef. Alla fine si degusterà quanto preparato e ci sarà spazio per ulteriori dibattiti e considerazioni.
Come è strutturata la sede?
La sede scelta per il corso fa davvero la differenza. Stiamo parlando di Palazzo Branciforte, edificio cinquecentesco nel cuore della città, che ospita al suo interno uno spazio dedicato alla grande arte della cucina siciliana e nazionale. L’aula scelta per i corsi della Città del Gusto è situata al piano terra e attrezzata con 10 postazioni dotate di cucine a induzione, lavello e tutti gli strumenti necessari.
Chi è Michela Lareddola?
La docente del corso, Michela Lareddola, è una chef palermitana diplomata alla scuola del Gambero Rosso di Roma nel 2007. Dopo diverse esperienze professionali in ristoranti di alto livello (tra lo stellato ByeBye Blues di Mondello) collabora all’apertura di un piccolo bistrot biologico, ideandone i piatti partendo dall’amore per i prodotti del territorio. Le sue passioni sono la pasticceria, la panificazione e la sperimentazione di impasti a lievitazione naturale. Dal 2012 collabora in qualità di docente con la scuola di cucina del Gambero Rosso di Palermo. Da diversi anni gestisce un suo blog (Pranzo alle Otto) con particolare attenzione al biologico ed ai prodotti naturali, e collabora attivamente al sito Food Lovers, un canale che si propone di selezionare le migliori video ricette presenti sul web.
Per associarti a Gluten Free Travel & Living e acquistare il corso con la tariffa ridotta invia una mail a info@glutenfreetravelandliving.it

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...