19 dic 2014

Biscotti speziati al cioccolato e mandorle senza glutine


Vi lascio una ricetta veloce e adatta al periodo natalizio.
Già in natura senza glutine e ricca di gusto e profumi.
Buon Natale a tutti!

Ingredienti
120 gr di cioccolato fondente senza glutine
120 gr di mandorle 
1 cucchiaino di cannella senza glutine
1 pizzico di sale
1 albume
120 gr di zucchero


Tritare finemente le mandorle e il cioccolato e unirvi la cannella.
Montare a neve ferma l'albume con il sale e poi aggiungere lo zucchero
un cucchiaio per volta fino a completo assorbimento.
Unire l'albume agli altri ingredienti delicatamente e mescolare fino a quando
tutti gli ingredienti saranno ben amalgamati.
Preriscaldare il forno a 130° ventilato per dolci
Bagnarsi le mani con acqua fredda e prelevare piccole quantità di impasto
formando delle palline grosse quanto una noce.
Disporle in una teglia coperta di carta da forno e cuocere per circa 30 minuti.
Quando la superficie dei biscotti comincerà a creparsi saranno pronti per essere sfornati.
Lasciateli raffreddare completamente prima di gustarli



Con questi biscotti partecipo al 100% Gluten Free (Fri)day

Ricetta tratta da Giallozafferano


15 dic 2014

"Oh Christmas free" il nostro primo libro!



Oh Christmas free

Anche quest'anno è arrivata. Viene molto annunciata, ma arriva veramente quasi di nascosto, riparandosi dalle luci e dai lustrini, dalle decorazioni invadenti e gli annunci televisivi. 
E' arrivata la Stagione delle Feste!
C'è chi la ama e chi la odia, ma di sicuro non passa inosservata.
Noi ci schieriamo tra gli amanti del Natale. 

Ci schieriamo con tutti coloro che per almeno 15 giorni vogliono rallentare il cinismo, smettere di pensare solo a se stessi in un'era di ego ipertrofici, scoprire lo stupore della magia negli occhi dei bambini, tornare a casa, cucinare con amore legando con la tradizione il filo delle generazioni anche se ci sono intolleranze e limitazioni alimentari.
E questo è il nostro regalo di Natale.

Oh Christmas free

Il nostro primo vero libro, interamente scritto, fotografato e cucinato dalla redazione.
Vi invitiamo a sfogliarlo, usarlo, stamparlo e regalarlo. 
E' specialmente dedicato ai bambini, troverete ricette, racconti, filastrocche e lavoretti, perché per loro abbiamo sempre il ricordo confortante di un bianco Natale.

E allora non aspettate più: correte sul sito di Gluten Free Travel & Living a scaricarlo o a stamparlo.

Basta cliccare qui







14 dic 2014

Madre del riso


“Uno dei libri più belli che abbia mai letto”
Quante volte avrò pronunciato questa frase? Non lo so più…
Ciò non toglie però importanza a quello che ho asserito; si perché questo romanzo prende davvero a 360°.
Storia, tradizioni, amore, odio, passione, folklore, guerra e valori familiari: questi sono gli ingredienti che fanno di questo libro una saga familiare che copre tutto il ‘900 e parte del nuovo secolo .
Un viaggio in un paese meraviglioso, la Malaysia, attraverso le voci degli amatissimi protagonisti che raccontano la stessa storia, ciascuno dal proprio punto di vista.
E questo è a mio avviso elemento che rende perfetto il racconto, che lo rende vivido e verosimile nonché indimenticabile. E mentre stai per farti la tua idea di come siano andati i fatti…ecco arrivare una nuova versione che ti porta a riflettere sulla diversa e soggettiva interpretazione data.
Proprio come dovremmo fare tutti nel quotidiano.
Consigliatissimo acquisto, magari come regalo di Natale!

LA TRAMA
Lakshmi trascorre l'infanzia libera e spensierata  nell'intatta natura dell'isola di Ceylon. Niente e nessuno l'ha preparata a un cambiamento per lei incomprensibile: sposare - a soli quattordici anni - un uomo molto più vecchio e trasferirsi in una terra - la Malaysia - davvero troppo lontana. Lakshmi si trova così a doversi costruire un mondo da sola, con tutte le difficoltà di una madre costretta a guadagnarsi, giorno per giorno, una dignitosa sopravvivenza. La durezza e la passione di quegli anni creano un'indimenticabile figura di donna: è lei la Madre del Riso, forte e magica, complessa e misteriosa, moderna ma legata a tradizioni millenarie. Le sue vicende familiari percorrono tutto il Novecento fino a costruire un affresco incredibilmente ricco, in cui si intrecciano l'amore assoluto, l'ansia di vendetta, la paura e il riscatto, sullo sfondo dell'occupazione giapponese della Malaysia.

12 dic 2014

Focaccia genovese alle cipolle e capperi con lievito madre senza glutine


Troppo troppo troppo buona!
Si può esordire così per descrivere questa focaccia?
Assolutamente si, perché chiunque di voi abbia il lievito madre non dovrà
perdere tempo a prepararsela e a gustarsela in tutto il suo splendore!
Morbida dentro e croccante fuori, deliziosamente profumata con queste cipolle
ripassate in padella e con i capperi che io adoro....insomma un capolavoro!
La ricetta  è quella di Olga e Manu che faccio e rifaccio già da qualche anno
e ho variato solo un po' le farine e altri piccoli dettagli, 
nonché  la modalità di preparazione delle cipolle.
Per il resto...non cambiate nulla perché è perfetta così

Ingredienti
280 gr di farina per Pane Nutrifree
120 gr di farina Conad
100 gr di farina Glutafin
410 ml di acqua
360 gr di lievito madre senza glutine
3 cucchiai di olio Evo
2 cucchiaini di sale
4/5 cipolle bianche
1 cucchiaio di capperi
1 cucchiaio di origano
olio Evo

Il lievito madre dev'essere ovviamente stato rinfrescato almeno 6 ore prima
della preparazione oppure tolto dal frigo almeno 3 ore prima.
In planetaria sciogliere il lievito con l'acqua.
Aggiungere le farine mentre si lavora con il braccio impastatore e unire
l'olio e il sale.

Lavorare a velocità 1 per 10/15 minuti.
Trasferire l'impasto in una ciotola coperta e lasciar lievitare per il tempo necessario
al vostro lievito madre (non memo di 4 ore).
Intanto affettare finemente le cipolle e metterle in padella con 3 cucchiai di olio
e uno di acqua. Lasciar cuocere fino a renderle morbide, salare e coprire tenendo da parte,
Oliare due teglie da 28 cm. c,ca (oppure una rettangolare grande tipo leccarda da forno).
Trascorso il tempo di lievitazione, riprendere l'impasto e con le mani appena unte di olio
stendere l'impasto nelle teglie predisposte senza lavorarlo e senza schiacciarlo
troppo con le mani ma semplicemente praticando dei buchi nell'impasto.
Lasciar riposare ancora per 45 minuti circa coperte da un canovaccio pulito
e preriscaldare il forno a 230/250° (dipende dai forni)  su funzione statica.
Trascorso questo tempo, riprendere le teglie e distribuire sulle focacce  le cipolle, i capperi 
e l'origano, completando con un filo d'olio.
Cuocere per circa 30/40 minuti fino a che non raggiungerà una colorazione dorata
e non avrà formato una allettante crosticina.

Se avete la pietra refrattaria, riscaldatela sotto il grill per almeno 45 minuti prima
di appoggiarvi la teglia della focaccia e cuocerla come specificato più sopra.

Ottima anche il giorno dopo. Si presta ad essere farcita con qualunque ripieno.



Con questa ricetta partecipo al Gluten Free (Fri)day!



10 dic 2014

Torta di albumi con farina di quinoa e marmellata di mele alla menta (con Bimby)


L'avete mai provata la farina di quinoa della Nutrifree?
Io amo questa azienda perché pensa davvero a darci molte alternative
in fatto di cereali e farine e noi tutti ne abbiamo davvero bisogno.
Per ora l'ho usata in una torta, nella percentuale consigliata sulla stessa confezione.
Il retrogusto è un po' amarognolo come per la quinoa in chicchi,
ma è pur vero che io ho utilizzato anche lo zucchero di canna integrale 
che proprio dolce dolce non è ...
Ho compensato però con una deliziosa marmellata SIGI che ha restituito 
il giusto equilibrio di dolcezza rendendo questa torta una esperienza da ripetere al più presto!

Inoltre è comodissima per smaltire albumi in eccesso...che vogliamo di più?

Ah si, certo...la ricetta magari!

L'ho postata per voi su Dolci.it


09 dic 2014

Mangiare senza glutine a Montepulciano e Val d'Orcia


E' già passato più di un mese dalla nostra ultima fuga in camper per le magiche
terre delle crete senesi e voglio oggi ricordare insieme a voi i nostri percorsi.


A Piancastagnanio abbiamo fatto scorpacciate di castagne e di vedute mozzafiato!



E a Montepulciano abbiamo scovato un ottimo ristorante con cucina senza glutine
dove ci hanno viziati e coccolati dall'antipasto al dolce!



Volete sapere di chi sto parlando?
Parlo della Locanda del Vino nobile ma se volete conoscere tutti i dettagli
del nostro weekend sglutinato...allora cliccate su questo link e leggete il mio articolo

05 dic 2014

Pancarrè al nero di seppia senza glutine



Natale si avvicina e allora cominciamo a pensare a come rendere indimenticabile
il nostro cenone della Vigilia?
Pesce indubbiamente ma...come lo accompagniamo il nostro antipasto?
La mia proposta di oggi è un pane in cassetta un po' particolare.
Non pensiate che il gusto sia troppo stravolto perché il nero di seppia
non cambia molto il sapore del pane quanto piuttosto la consistenza.
Lo spunto viene da un Ricettario Bimby "Natale con Bimby" ma la ricetta originale
era decisamente piena di glutine con tanta tanta Manitoba.
Così ho utilizzato la ricetta del Pan Bauletto che faccio sempre 
 aggiungendo solo il nero di seppia.

Ingredienti
195 gr di Mix B
125 gr di Glutafin bianca
94 gr di Conad 
18 gr di zucchero
8 gr di sale
50 gr di burro morbido
200 gr di acqua
150 gr di latte 
5 gr di lievito di birra
1 vescichetta fresca di nero di seppia 
oppure una fiala (io ho usato questa)

Sciogliere il lievito nell'acqua tiepida.
Nella ciotola del Kenwood disporre tutti gli ingredienti tranne il sale.
Cominciare ad impastare, versare l'acqua con il lievito e infine aggiungere il sale.
Lavorare a vel. 1 per circa 10 minuti quindi trasferire in uno stampo da plumcake 
rivestito di carta da forno e coprire con pellicola trasparente.
Mettere lo stampo nel forno spento, sul secondo gradino a partire dal basso.
Lasciar lievitare per due ore esatte.
Senza estrarre lo stampo dal forno ma rimuovendo la pellicola, 
accendere il forno a 140° funzione statica e cuocere per mezz'ora.
Trascorso questo tempo, portare la temperatura a 175° e continuare la cottura 
per altri 30 minuti. 
Estrarre dal forno lo stampo e sollevare il pane con la carta forno adagiandolo
su una gratella fino a completo raffreddamento.

Con questa ricetta partecipo al Gluten Free (Fri)day!




04 dic 2014

Gluten Free day 2014 e Blog-in a Roma




Si è svolto a Roma domenica 30 novembre il Gluten Free Day,
La manifestazione, che ha preso luogo presso il Lanificio Factory,
ha visto l'esposizione di numerose aziende produttrici di prodotti senza glutine,
un interessantissimo convegno scientifico e una simpatica iniziativa culinaria
di 4 blogger alle prese con ricette  diverse partendo dagli stessi ingredienti!



E indovinate chi è la terza blogger da sinistra?




Venite a scoprirne di più su Gluten Free Travel&Living







30 nov 2014

Il buio oltre la siepe



Sembra scontato a volte parlare di classici così classici che magari il 90% di chi arriva
 nel mio piccolo blog ha già letto da anni.
Eppure nulla è scontato perché io stessa, pur essendo una accanita lettrice di ogni genere, sono arrivata solo ola a leggere meravigliosi classici come "La collina dei conigli" di cui ho parlato in questo post e adesso un capolavoro come "Il buio oltre la siepe".
Un'esperienza felice, che ti lascia il sorriso sulle labbra ogni volta che sei costretto 
a chiuderlo per fare qualcos'altro. 
Personaggi vividi, che non si può fare a meno di amare: geniale la trovata di trasformare
una bambina di 8 anni in voce narrante perché si riesce a vedere il mondo con
i suoi occhi e per un adulto non è cosa da poco.
Tenerissimo il rapporto fra i due fratelli, con Jem che cerca di proteggere la sua 
sorellina pur "atteggiandosi" a fratello grande che mal sopporta gli infantili
atteggiamenti della piccola che, a sua volta, fa di tutto 
per essere all'altezza del coraggioso primogenito.
E poi Atticus: il saggio, dolcissimo e integerrimo padre/avvocato, 
che si è ritrovato a crescere da solo i suoi piccoli e lo fa in maniera superba insegnandogli
l'onestà, la correttezza, la pietà umana e l'inutilità del razzismo.
Un libro imperdibile, che consiglio dai 10 anni in su a tutti ... ma proprio tutti!


LA TRAMA
In una cittadina del "profondo" Sud degli Stati Uniti l'onesto avvocato Atticus Finch è incaricato della difesa d'ufficio di un "negro" accusato di violenza carnale; riuscirà a dimostrarne l'innocenza, ma l'uomo sarà ugualmente condannato a morte. La vicenda, che è solo l'episodio centrale del romanzo, è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, un Huckleberry in gonnella, che scandalizza le signore con un linguaggio non proprio ortodosso, testimone e protagonista di fatti che nella loro atrocità e violenza non riescono mai a essere più grandi di lei. Nel suo raccontare lieve e veloce, ironico e pietoso, rivive il mondo dell'infanzia che è un po' di tutti noi, con i suoi miti, le sue emozioni, le sue scoperte.

28 nov 2014

Muffin alla vaniglia senza glutine con copertura al cioccolato (con Bimby)




Siete mai capitate sul meraviglioso blog di Maria Luisa 
Lei è una mia cara amica e in cucina è troppo troppo brava!
Date una sbirciatina alle sue meravigliose preparazioni e ve ne accorgerete.
Questi muffin sono nati dall'ispirazione di una sua torta, questa qui
e la mia rivisitazione è nella forma, nelle farine e un po' nella copertura.
Consigliatissima a chi ha il Bimby  ma anche a chi non ce l'ha!
Buonissimi e velocissimi fateli presto!!!

Ingredienti
Per i muffin
3 uova
180 gr di zucchero di canna chiaro
90 gr di olio di Riso90 gr di panna liquida o di latte intero
240 gr di Mix di farine Naturali per Impasti lievitati
10 gr di lievito consentito (io Bio Colombo)
1 cucchiaino raso da caffè di vaniglia bourbon
1 pizzico di sale
Per la copertura
100 gr di cioccolato fondente 70% min, senza glutine
(io Coop Solidal Fondente extra)
10 gr di burro
qualche pezzetto di cioccolato bianco senza glutine (io Coop)

Nel boccale uova, sale e zucchero; 4 minuti vel. 3/4.
Intanto miscelare le farine al lievito e alla vaniglia.
Sempre con le lame in movimento a vel. 3/4 e unire l'olio e la panna
alternando con il mix di farine un po' per volta.
Lavorare in tutto 5 minuti.
Versare negli appositi stampini per muffin e cuocere a 180° ventilato per dolci
per circa 20/25 minuti (vale prova stecchino).
Sfornare e lasciar raffreddare.
Sciogliere il cioccolato nel microonde a 650W per il tempo necessario.
Incorporare il burro e sciogliere ancora per qualche secondo.
Miscelare e lasciar intiepidire prima di versare sui muffin.

Decorare a piacere con scaglie di cioccolato bianco

Questa ricetta partecipa al Gluten Free (Fri)day di


LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...