29 apr 2016

Polpo e patate in Tajine




Il “Polpo in pignata” è una ricetta tipica della mia Puglia, specie della parte bassa della regione ovvero quella meravigliosa terra che è il Salento dove questo piatto viene chiamato “Purpu alla pignata”. Di solito infatti viene utilizzata la pignata di terracotta molto usata per svariate ricette pugliesi (vedi ad esempio la Tiella di patate alla barese o anche la purea di fave e cicoria) e io ho voluto tentare la sorte con una Tajine dove il calore e l’umidità che al suo interno si sviluppano tendono a salire verso l’alto dandoci così la possibilità di ridurre la quantità di liquidi (ad esempio l‘olio). La ricetta che qui riporto è tratta dall’Enciclopedia della cucina italiana, 
Volume Puglia, con qualche piccola modifica. 

Il risultato in quanto a sapore del piatto è stato assolutamente delizioso.
Devo però purtroppo fare un’annotazione che riguarda proprio il polpo in sé.
Vivo nel Lazio e qui non esiste la tecnica di “arricciare” il polpo come invece si fa in Puglia (ma credo anche in altre regioni d’Italia). Questo passaggio (che spesso viene fatto dagli stessi pescatori non appena il polpo esce dall’acqua, è decisamente fondamentale per far sì che i tentacoli vengano ammorbiditi, quasi spezzati internamente e quindi risultino deliziosamente teneri alla fine della cottura. Ecco…io questo risultato non lo ottengo mai con il polpo semplicemente pescato e venduto sui banchi perché all’interno rimarrà sempre un po’ gommoso . 
Ma accontentiamoci e andiamo a vedere come preparare questo piatto.


Ingredienti (per 4 persone)
1 Kg di polpo (preferibilmente 2 da 500 gr)

500 gr di patate
1 cipolla
2 spicchi d’aglio (io uno)
1 ciuffo di prezzemolo
2 peperoncini (io no)
1,5 dl di olio extravergine d’oliva (io 100 ml)
2,5 dl mi vino bianco (io 200 ml)
sale


Pulite il polpo rovesciando la sacca ed eliminando le interiora, la pelle e le ventose più grosse.
Per facilitare questa operazione vi consiglio di lessare il polpo in acqua bollente 
per non più di 10 minuti.
Lavatelo per bene e tagliatelo a pezzetti di circa 2 cm.


Nella Tajine mettete ora il polpo con le patate pelate e tagliate a tocchetti, la cipolla affettata, 
l’aglio a lamelle, una parte del prezzemolo tritato e i peperoncini sbriciolati se li usate.
Versate l’olio, coprite con il coperchio e cuocete a fuoco basso per 30 minuti.
Unite quindi il vino bianco, salate e continuate a cuocere per altri 30 minuti senza coperchio fino a quando il liquido non si sarà ritirato lasciando il posto ad una salsa densa.
Cospargete con il rimanente prezzemolo tritato e servite caldo.



Buon Gluten Free (Fri) day a tutti!!!



26 apr 2016

Biscotti di quinoa al cioccolato senza glutine


Questi semplici biscotti fanno impazzire davvero tutti!
Genitori, bambini, nonni e zii...tutti :D
E' una ricetta che trovate sul libro Gluten Free per tutti i gusti
di noi blogger di Gluten Free Travel & Living
e la ricetta è della nostra Gaia Pedrolli


Io ho usato il cioccolato a pezzi e non le gocce e vi assicuro
che il risultato è decisamente migliore


Fondamentale per la riuscita della ricetta è lo zucchero Mascobado
che potete facilmente reperire nei negozi bio tipo Natura Si oppure
nei centri di Commercio equosolidale
La ricetta completa, oltre che sul libro, la trovate oggi su


Noi la proponiamo con enorme successo ad ogni presentazione del libro
Come? Non ce l'avete ancora?
Allora cliccate qui per acquistarlo oppure correte in libreria ;)





22 apr 2016

Torta mandorlata senza glutine al mascarpone e dulce de leche


Farei follie per il Dulce de leche...è troppo buono!
Così qualche tempo fa ho preparato questa torta sulla base di creme provate in passato e basi già sperimentate. Niente di nuovo e nessuna ricetta presa da libri o altri blog ma un semplice assemblaggio di gusti personali e fantasia del momento.
Solitamente preparo la Torta Margherita con il mix di farine naturali per Impasti Lievitati e mi viene sofficissima e perfetta come base per torte che non voglio bagnare. Questa volta ho usato il Mix Dalla Giovanna ma il prodotto è risultato più secco e poco spugnoso. 

Ecco comunque la ricetta completa
Ingredienti (per circa 8/10 persone)
Per la Torta Margherita
250 gr di Mix per Impasti lievitati o Molino Dalla giovanna
200 gr di zucchero
130 gr di burro
6 uova
8 gr di lievito per dolci certificato (Io Bio colombo)
1 pizzico di sale
Per la crema
250 gr di mascarpone
2 cucchiai di dulce de leche
1  cucchiaino di estratto puro di vaniglia
40 ml latte
2 cucchiai di gocce di cioccolato certificate
Per la copertura e la ganache liquida
2 cucchiai di dulce de leche
200 ml di panna liquida (crema di latte)
200 gr di cioccolato fondente
1 noce di burro
mandorle tagliate grossolanamente

Prepariamo la base anche un giorno prima
Preriscaldare il forno a 170°. Imburrare e infarinare leggermente una tortiera 
del diametro di 24 cm. a cerniera. Separare i tuorli dagli albumi.
In planetaria disporre i tuorli e lo zucchero e lavorare 
con la frusta a filo a velocità massima per 10/15 minuti.
Setacciare per 3 volte le farine e il lievito.
Una volta montati i tuorli, aggiungere le farine e il burro fuso alternandoli
 in più aggiunte e mescolando a mano con una frusta.
Montare a neve gli albumi con un pizzico di sale 
e incorporarli al composto poco per volta, 
mescolando delicatamente dal basso verso l'altro.
Amalgamare completamente gli ingredienti e versarli nella tortiera.
Cuocere per circa 35/40 minuti eseguendo la prova stecchino.
Lasciar raffreddare completamente su una gratella.
Preparare la crema.
Sempre in planetaria con frusta a filo montare il mascarpone
insieme con il latte e il dulce de leche e la vaniglia.
Unire il cioccolato, mescolare e conservare in frigo coperta.
Tagliare la torta a metà e farcirla con la crema preparata.
Spalmare ora sulla superficie della torta il dulce de leche ammorbidito
e riporre in frigorifero.
Preparare la ganache
Tritare finemente il cioccolato
In una pentola dal fondo spesso portare la panna al limite del bollore
quindi spegnere la fiamma e versarvi il cioccolato.
Mescolare fino a totale assorbimento e unire il burro.
Riporre in frigo e mescolare di tanto in tanto senza far indurire troppo.
Versare la ganache sulla torta distribuendola uniformemente
con una spatola e completare con le mandorle.



Se avete il Dulce de Leche provate anche questo spettacolare Tiramisu senza uova

Buon Gluten Free (Fri)day a tutti!


15 apr 2016

Focaccia senza glutine con feta e zucchine


Queste riviste Fior Fiore Coop sono davvero una fonte di ispirazione
Vi ricordate la mia Torta di Quinoa?
Bene, oggi vi propongo un'altra ricetta che è già entrata nei "preferiti"
a casa nostra e che è facile da preparare, come tutte le mie proposte.
Il giorno dopo (ma anche quello dopo ancora) rimane sempre buona
morbida e profumata e ho anche provato a congelarla per poi
scaldarla appena...un successo!


Il merito è sicuramente anche del Mix di farine che ho utilizzato
e cioè la farina per pane e pizza di EsSenza glutine
di cui vi ho già parlato qui nel post delle Fette Biscottate
Noi di Gluten Free Travel & Living abbiamo organizzato un contest
con queste farine in collaborazione con gli amici Sglutinati
La mia ricetta sarà fuori concorso ovviamente
ma provatela lo stesso...ne vale la pena!



Ingredienti
180 gr di Farina per Pane EsSenza Glutine
3 uova
100 gr di Emmentaler (io Montasio)
1 limone bio
5 cucchiai di olio extravergine di oliva
9 gr di lievito in polvere (io Colombo Bio)
75 ml di latte
150 gr di zucchine romanesche
1 cipollotto
100 gr di feta greca
una manciata di menta fresca

Preriscaldare il forno a 180° statico
Foderare di carta da forno una teglia quadrata da cm. 24x24
Tritare il formaggio prescelto e grattugiare le zucchine.
In una padella soffriggere le zucchine e il cipollotto in un cucchiaio di olio.
In una ciotola mescolare le uova con il formaggio, il succo e la buccia
del limone e l'olio restante. Aggiungere la farina, il lievito e il latte
 mescolando fino a ottenere una pastella.
Unire le zucchine, la feta sbriciolata e la menta (niente sale!)
Versare nello stampo e cuocere per circa 40 minuti
Anche in questa ricetta mancava la misura della teglia ma a me 
l'altezza ottenuta è parsa perfetta.
Potete anche utilizzare una teglia più piccola oppure rotonda


La mia ricetta va anche al nostro Gluten Free (Fri)day


12 apr 2016

Budino al latte condensato e cocco senza glutine e senza cottura


Lo scorso anno, più o meno in questo periodo, avevo una lattina di latte condensato 
di cui non sapevo proprio che farci! 
Così ho chiesto nel nostro gruppo di facebook 100% Gluten Free (Fri)day
e le risposte non hanno certo tardato ad arrivare con mille suggerimenti.
Avendo poco tempo a disposizione, ho promosso la proposta della meravigliosa Stefania,
 meglio conosciuta in rete come Araba Felice
Ecco cosa è venuto fuori
Grazie Stefania, è passato un po' di tempo ma io non dimentico ;)


Ingredienti
397 gr di latte condensato (una lattina)
397 gr di acqua (stessa lattina)
200 ml di latte di cocco
la punta di un cucchiaino di vaniglia Bourbon (mia aggiunta)
 10 gr di colla di pesce senza glutine
Per servire
300 gr di fragole (io qualità Favetta)
2 cucchiai di zucchero liquido

Preparazione semplicissima e super veloce o...come direbbe Stefania...
FURBISSIMA ;)

Io ho fatto tutto nel Bimby ma va bene un qualunque mixer o frullatore
Versare l'acqua nel boccale insieme con la colla di pesce e cuocere a 60° vel.1  
per 5 minuti. Controllare che la gelatina si sia sciolta e frullare per qualche secondo.
Svuotare l'acqua in una ciotola e lasciar intiepidire.
Nel boccale frullare il latte di cocco con il latte condensato e 
la vaniglia a vel. 6 fino a rendere il composto omogeneo. 
Unire poi l'acqua con la colla di pesce sciolta. Frullare ancora.
Versare in uno stampo unico o in piccole forme e mettere in frigo a rassodare.
Per preparare la salsa alle fragole
Disporre nel Bimby pulito 200 gr di fragole, lo zucchero liquido
(che avrete precedentemente preparato come indicato in questo post)
e 1 cucchiaio di acqua.
Cuocere per 5 min. a 80° vel. soft.
Versare la salsa in una ciotola e unirvi le restanti fragole intere.
Sformare il budino e servirlo quindi con la salsa preparata.


08 apr 2016

Torta di quinoa senza glutine ai mirtilli freschi



Che piacevole sorpresa questa torta!
A dire il vero ero un po' scettica sul preparare una torta senza farina 
ma interamente con della quinoa.
Poi ho pensato che con il riso lo si fa già e quindi valeva
la pena tentare e sperimentare perché io non rinuncio mai 
a nulla prima di aver tentato ;)
La ricetta l'ho trovata sulla rivista Fior Fiore in Cucina
in vendita alla Coop, che prendo sempre perché vi trovo
davvero tante idee buone e originali.
Se specificassero anche le misure delle teglie da usare sarebbe perfetto ;)
Per fortuna che con lo stampo da 24 è venuta perfetta!


Ingredienti
300 gr di quinoa Molino Rossetto
150 gr di zucchero 
(io 100 di canna chiaro e 50 di canna integrale)
100 gr di burro
1 litro di latte
60 gr di pinoli (io 30 pinoli e 30 mandorle a pezzetti)
50 gr di uvetta
3 uova
1 limone non trattato
1 bustina di lievito certificato (io 12 gr Colombo bio)
5 cucchiai di confettura di mirtilli certificata (io di ciliegie)
120 gr di mirtilli freschi (mia aggiunta)

Sciacquare bene la quinoa e scolarla.
Cuocerla con il latte in una casseruola alta e capiente aggiungendo
il burro a pezzetti, la buccia grattugiata del limone e un pizzico di sale.
Lasciare che il latte si assorba completamente e poi trasferirla in una 
ciotola a bordi bassi per farla raffreddare.
(questa operazione potete anche farla il giorno prima e tenerla in frigo)
Lavare l'uvetta e ammollarla in acqua tiepida per 15 minuti.
Preriscaldare il forno a 165° ventilato per dolci
Una volta che la quinoa si sarà raffreddata, aggiungere i tuorli, lo zucchero,
il lievito, i pinoli, le mandorle e l'uvetta strizzata.
Mescolare tutto e poi unire con delicatezza gli albumi montati a neve.
Rivestire con carta da forno una teglia a cerniera da 24/26 cm.
e versarvi il composto che dovrà cuocere in forno per almeno 45 minuti.
Sfornare la torta e lasciarla raffreddare su una gratella.
Sciacquare i mirtilli e asciugarli con carta assorbente.
In un pentolino stemperare la marmellata con l'acqua a fiamma molto bassa 
e aggiungere i mirtilli un minuto prima di spegnere la fiamma .
Lasciar intiepidire per far rassodare e poi distribuire sulla torta.

Malgrado la diffidenza e il sapore inconsueto...a noi è piaciuta davvero tanto!
Ne volete una fetta?

La mia ricetta va al Gluten free (Fri)day

Grazie a Molino Rossetto per tutta la deliziosa linea di
prodotti senza glutine!

05 apr 2016

Fette biscottate senza glutine


Era davvero tanto tempo che mi riproponevo di fare a casa le 
fette biscottate senza glutine perché tutte quelle presenti in commercio
basta guardarle per sgretolarle!
Lo spunto me lo ha dato un'ottima farina conosciuta di recente di cui 
vi abbiamo parlato in questo post su Gluten Free Travel & Living.
E questo Mix di Farine è anche il protagonista questo mese,
del contest #essenzialmentefree organizzato appunto da
#glutenfreetravelandliving in collaborazione con i nostri partners #sglutinati
La mia ricetta sarà ovviamente fuori concorso ma aspettiamo tutte le
bellissime idee che arriveranno sicuramente prestissimo
Qui trovate tutte le regole per partecipare ;)

Ma eccoci alla ricetta di queste buonissime e fragranti fette biscottate senza glutine


La ricetta l'ho vista dalle amiche di Pane amore e Celiachia che
colgo l'occasione per salutare con affetto!
Ho apportato tuttavia delle piccole modifiche sia nelle modalità di
lievitazione, che nel tipo di olio e delle farine e ho 
leggermente diminuito la quantità di lievito.
Ecco la mia versione

Ingredienti
200 gr di farina per pane EsSenza glutine
25 gr di farina di grano saraceno Molino Rossetto
25 gr di farina di sorgo integrale 
150 ml di acqua
40 gr di zucchero di canna integrale chiaro
5 gr di lievito di birra fresco
1 albume
2 cucchiai di olio di riso
3 gr di sale
1 cucchiaino colmo di miele (io di arancio)
Per rifinire
1 tuorlo
1 cucchiaino di latte o di crema di latte
(se volete fare la ricetta senza latte sostituitelo con acqua)

Io ho utilizzato il mio fedele Kenwood Cooking Chef.
Sciogliere il lievito nell'acqua appena tiepida unendovi il miele.
Disporre le farine in planetaria con il braccio impastatore, aggiungere
l'albume e cominciare a lavorare. Unire l'acqua a filo, lo zucchero, l'olio e infine
il sale sempre continuando a lavorare per circa 10 minuti.
Foderare con carta da forno leggermente inumidita, strizzata e asciugata
uno stampo da plumcake (non importa la misura perché a seconda della lunghezza
vi verranno delle fette più o meno alte) e versarvi l'impasto distribuendolo
uniformemente con una spatola.
Coprire con pellicola alimentare e lasciar lievitare per circa due ore in forno spento.
Trascorso questo tempo, togliere la pellicola e spennellare con il tuorlo
sbattuto con il latte. Cuocere partendo da forno freddo a 160° funzione statica
per circa 30 minuti continuando con forno a 190° per altri 20 minuti circa.
Sfornare e lasciar raffreddare completamente per 7/8 ore

Una volta freddo, tagliare il pan brioche a fette dello spessore desiderato
disporle su carta da forno nella leccarda e lasciarle asciugare in forno caldo a 160° statico
per il tempo necessario (anche più di un'ora ruotando spesso le teglie)
Durano parecchi giorni in un contenitore ermetico



23 mar 2016

Regina di Saba senza glutine



La Regina di Saba è decisamente la mia torta al cioccolato preferita!
La faccio ormai da anni, da quando ho comprato il libro di Biblioteca Culinaria
sulle torta al cioccolato. Ve lo ricordate?
Ad esempio il Moelleux preso da quel libro e altrettanto spettacolare,
oppure il plumcake al cioccolato buonissimo!
Ebbene questa torta che magari già conoscerete,
 ma che voglio comunque presentarvi, è un tripudio di sapori 
ed è già in natura  gluten free.
Mandorle e cioccolato si rincorrono e il cuore morbido di questo dolce
vi conquisterà ogni minuto di più!


La mia Regina di Saba senza glutine la trovate questo mese in edicola
su FREE insieme a tante altre ricette da preparate senza ingredienti
contenenti glutine e quindi facilmente preparabili da tutti e per tutti


Pochi sublimi ingredienti...

Ingredienti
125 g di cioccolato fondente* min. 72%
100 g di burro
3 uova medie
75 g di mandorle pelate polverizzate
125 g di zucchero semolato
30 g di amido di mais*

Portate tutti gli ingredienti a temperatura ambiente e preriscaldate il forno a 170° ventilato.
Sciogliete il cioccolato a bagnomaria oppure in microonde e poi aggiungetevi il burro a pezzettini facendo fondere qualche secondo ancora quindi, 
mescolate i due ingredienti fino ad amalgamarli completamente.
Separate i tuorli dagli albumi tenendo questi ultimi da parte. 
Mescolate la fecola con le mandorle .
In planetaria montate i tuorli con lo zucchero fino a rendere il composto bianco e spumoso.
Aggiungete lavorando piano, il composto di cioccolato e burro
 e poi quello di amido e mandorle amalgamando.
Montate a neve ferma gli albumi e uniteli al composto a mano, 
mescolando delicatamente dal basso verso l’alto con una spatola.
Inumidite e strizzate un foglio di carta da forno e foderate una  tortiera da 20/22 cm.
quindi versatevi  l’impasto.
Cuocete per 30 minuti lasciando che l’interno della torta rimanda appena umido.
Far  raffreddare su una gratella e servire, magari accompagnando con panna montata.



P.S. Vestitela come più vi piace ;)



E questa torta la porto dal mio amico Manolo per la sua raccolta
di preparazioni al cioccolato

Questa mia ricetta della Regina di Saba la trovate anche sul

Libro di Ricette per Kenwood Cooking Chef

18 mar 2016

Torta di mele senza glutine con panna acida e noccioline


Decisamente una delle più buone torte di mele mai fatte!
E io sono una collezionista seriale di dolci alle mele ve l'assicuro :)

Il topping è davvero delizioso e rende la torta speciale a tutti gli effetti!


La ricetta originale l'ho presa da questo sito e ho apportato delle piccole modifiche in base al mio gusto. Si tratta tutto sommato di un'ottima torta poiché povera di burro e tutto sommato di zucchero e tuttavia morbida e durevole nella sua sofficità grazie alla presenza della panna acida che sto scoprendo essere un ingrediente prezioso in cucina. Le misure in Cups e spoons che qui vi riporto, sono davvero comodissime a mio avviso (e vi consiglio, se non ce le avete già, di acquistarle online perché vi facilitano e velocizzano la vita) ma fra parentesi trovate i grammi per chi non si fosse ancora americanizzato ;)
Ultima info di servizio...io ho utilizzato una tortiera quadrata da 24x24
e come sempre il mio inseparabile Kenwood Chef

Ingredienti
Per la base
1/2 cup di burro (50 gr)
1 cup di zucchero (190 gr)
2 uova 
1 tsp di estratto di vaniglia (1 cucchiaino da te)
1 limone bio (mia aggiunta)
2 cups di farina per dolci senza glutine (io 230 gr di Nutrifree per dolci)
1 tsp di lievito per dolci senza glutine (io 5 gr)
1 tsp di bicarbonato (io 3 gr)
1/4 tsp sale (un pizzico)
1 cup di panna acida (180 gr)
1 mela (volendo anche 2)
Per il topping
1/2 cup nocciole in granella (io 45 gr)
1/2 cup di zucchero di canna integrale (io 35 gr)
2 tsp di burro fuso (25 gr)
1 tsp di cannella in polvere

Mescolare la farina setacciata (in modo da escludere lo zucchero)
con il lievito e il bicarbonato.
Tagliale la mela a cubetti e spruzzarla con il succo di mezzo limone.
Preriscaldare il forno a 180° ventilato per dolci
In planetaria con la frusta gommata, lavorare ad alta velocità zucchero e burro
fino a renderli cremosi quindi unire la vaniglia e la scorza del limone.
Aggiungere le uova, uno per volta a velocità media e amalgamare
completamente il composto.
Unire ora gli ingredienti secchi alternandoli alla panna acida
continuando a lavorare a velocità medio bassa.
Aggiungere le mele e mescolare con una spatola.
Foderare la tortiera con carta da forno leggermente inumidita e strizzata
e versarvi il composto livellandolo.
Preparare il topping fondendo il burro e mescolando tutti
gli altri ingredienti per poi spalmarlo sulla superficie del dolce.
Cuocere in forno caldo per circa 30 minuti


Buon #GFF Gluten free (Fri)day a tutti!



11 mar 2016

Insalata colorata di grano saraceno e ceci senza glutine



Oggi vi parlo di un evento svoltosi ieri a Roma in una cornice davvero
originale: il Mercato Nomentano a Piazza Alessandria. 
Recentemente ristrutturato e riportato in vita grazie a un bellissimo progetto
portato avanti dall'Agenzia di Comunicazione SulLeali e dalla Società 
di Servizi Apre Roma, ha aperto ieri i battenti per nuove iniziative
di cui vi abbiamo parlato in questo nostro post sul sito di Gluten Free Travel & Living.
Ebbene ieri c'ero anch'io e insieme al'esplosivo  Manolo Rufini di Shake your life
e a Vanessa Gizzi di La cucina di Vane ho cucinato questa deliziosa
Insalata a base di grano saraceno, ceci e verdure freschissime reperite 
proprio all'interno del mercato. Oltre a ciò che vedete in foto, ieri ho aggiunto
delle croccanti zucchine romanesche crude e grattugiate a mano.
Una vera delizia!

Ecco la ricetta, comoda e veloce in cui potete sostituire o eliminare ciò che preferite 
con altre verdure o ingredienti in base alla stagionalità

Ingredienti (per 3 persone)
150 g di grano saraceno
1 carota
10 olive Kalamata
250 g di ceci lessati
1 barattolo di germogli di soia (90 gr)
10 pomodorini
90 gr di mozzarella di bufala affumicata
Olio sale e limone bio

Cuocere il grano saraceno in 300 gr di acqua leggermente salata
e acidulata con il succo di mezzo limone fino a quando tutta
l'acqua non sarà stata riassorbita.
Lasciar raffreddare.
Tagliare intanto a rondelle sottili la carota e la mozzarella
e mescolarle a tutti gli altri ingredienti spruzzando con il succo
del rimanente limone e la sua scorza grattugiata.
Unire il grano saraceno ormai raffreddato, salare e condire con olio
extravergine di oliva completando con qualche foglia di basilico fresco.

Noi ci siamo davvero divertiti!!!


Oggi è venerdì e io porto la mia Insalata al

Per un'idea di grano saraceno abbinato con il pesce
vi consiglio di provare questa buonissima ricetta



LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...