16 mag 2011

Milagros! Pagnotta senza glutine con Lievito Madre di Olga cotto su pietra refrattaria (mia)









La domanda sorge spontanea: ma siamo sicuri che è senza glutine?????
Olga, non so cosa avremmo fatto senza di te! Si, perché se è vero che in rete circola tutto e se è vero che io, Tizia, Caia o chiunque può pubblicare quello che vuole con ottimi risultati e apparenti fenomenali ricette di pani, l'origine è quasi sempre la stessa ossia gli infiniti, generosi tentativi di questa ragazza che ha dato tutta la sua disponibilità a tutti senza mai tenere segreto il più minimo particolare. E siccome in questi giorni si parla tanto di plagio e scorrettezze ci tengo molto a sottolineare che ogni spunto, consiglio e dritta che Olga ci ha dato in questi anni, è servito direttamente o indirettamente a farci diventare più esperte in materia.
Questo pane l'ho chiamato MILAGROS perché è proprio un miracolo :)) 
Crosta croccante, interno morbido, profumato e senza retrogusto...perfetto!
Chi era al corso di sabato scorso può capire quanto io sia fiera (e un po' in ansia) di avere nel mio frigo il magico Lievito madre della madre dei pani gluten free!!!
Per la ricetta ho eseguito scrupolosamente l'originale solo sostituendo il miele al malto di riso che non avevo e dimezzando le dosi in quanto prima prova. Inoltre, per pigrizia (e mica si può essere così scrupolosi!!!), mi mancavano 50 gr di Mix e ho aggiunto solo Mix B. Ma ciò non ha minimamente compromesso il risultato.
Credo che la cottura sulla refrattaria bollente abbia completato l'opera poiché 
è praticamente raddoppiato in cottura!


Ecco la ricetta completa:
330 gr di Nutrifree per pane
170 gr di Glutafin
100 gr di Farina Conad universale
200 gr circa di lievito madre rinfrescato
450 ml di acqua leggermente tiepida
1 cucchiaino di miele
3 cucchiai di olio
2 cucchiaini e mezzo di sale fino

Sciogliere il lievito con l'acqua e il miele in planetaria.
Unire le farine lavorando con il braccio impastatore, un cucchiaio per volta.
Quando tutta la farina sarà stata versata e i liquidi assorbiti,
unire l'olio e poi il sale e continuare a lavorare per altri 10 minuti.
Trasferire l'impasto in una ciotola, coprire e lasciar lievitare per minimo 8 ore.
Riprendere l'impasto e trasferirlo su un piano infarinato con farina
di mais finissima e farina Mix it. Non sgonfiarlo e non lavorarlo ma
dargli la forma della pagnotta o dei panini e coprire con un telo pulito.
Preriscaldare la pietra refrattaria a 250° sotto il grill per almeno 45 minuti.
Dare dei tagli a croce alla pagnotta, spennellarla con una emulsione di acqua e olio
e trasferirlo sulla refrattaria bollente portata sull'ultimo gradino basso del forno.
Impostare la temperatura a 250° modalità statica e cuocere per 10 minuti
quindi, abbassare ancora la temperatura a 200° e proseguire la cottura per altri 30 minuti.
Sfornare e lasciar raffreddare su una gratella

Se non ce l'avete ancora vi consiglio di acquistare l'utilissimo ricettario di 
Olga e Manu dove trovate tutto
Il nostro primo libro

8 commenti:

  1. E il risultato è grandioso stellina!! E' bellissimo e dalla foto ci si immagina il profumo che ha invaso la tua casa!! Bravissima!!! Olga è secondo me un fenomeno!! Un bacione!!
    Maria Luisa.

    RispondiElimina
  2. Evvivaaaaaa!!!!! Il lievito madre vive!!! Sono contentissima Annina! La pagnotta è splendida! E ti ringrazio sei stata tanto carina :), ricordatevi sempre che anche io miglioro grazie a Voi: solo tutti uniti ce la si fa ;)

    Grazie!

    RispondiElimina
  3. Hai ragione ... lunga vita a Olga, Emanuela e al tuo lievito madre! Baci

    RispondiElimina
  4. Milagros è davvero bella! complimenti a te e a Olga, che stimo moltissimo per tutto quello che fa.

    RispondiElimina
  5. che spettacolo questo pane!! bravissima Anna e quoto su tutto ciò che hai scritto. bacioni :XX

    RispondiElimina
  6. Hai perfettamente ragione, dirò una cretinata, ma quando vedo sulle tv tematiche tipo gambero o alice, programmi con un quoziente sotto le scarpe, penso che se facessero una serie sul senza glutine, guadagnerebbero in serietà e professionalità.....questo pane dovrebbe essere in televisione, altro che "belinate" varie. Felix e Cappera dovrebbero avere un programma tutto per loro, sono delle vere professioniste ed hanno tantissimo da insegnare. Complimenti anche a te, ne? Ci vuole abilità anche a seguire le ricette. Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. ti è venuto splendidamente! bisogna che mi procuri la refrattaria anch'io al più presto.
    un dubbio: ma dove le metto tutte queste cose?
    comunque, se viene un pane così, ne vale proprio la pena.
    complimenti!

    RispondiElimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...