20 ott 2011

Il nostro pane quotidiano...ma senza glutine!



Trovo ingiusto, troppo ingiusto che tutte le persone del mondo possano avere il pane fresco, croccante e profumato sulla propria tavola quando e come vogliono mentre noi che siamo celiaci, dobbiamo andare in farmacia, comprare un pane che puzza (diciamoci la verità!), pagarlo un occhio dalla testa, avere l'obbligo di scaldarlo e pure...evitare di leggere gli ingredienti!
No ragazzi, non ci siamo proprio, io il pane lo voglio e lo voglio con la P maiuscola e ora grazie ad alcune fantastiche persone che hanno trovato il modo di farlo, non mi manca più. 
E visto che i nostri debiti ci vengono rimessi tutti i giorni...volete darci oggi il nostro pane quotidiano?
E' lui, è vero, è il nostro pane quotidiano.
Siamo un gruppo, un gruppo di foodbloggers, un gruppo di foodbloggers senza glutine e, insieme a tutti voi che ci leggete e ci date i vostri consigli e i vostri complimenti siamo un Felice Gruppo di Celiaci in cucina...vero?
Questa è la visitatissima ricetta del Pane bianco comune di Olga e Manu che, insieme alle mie care "colleghe" che non finirò mai di ringraziare, mi forniscono sempre spunti e idee diverse.
Spero di esservi utile anch'io :)

Ingredienti
500 gr di Mix per pane nella versione Glutafin
410 ml di acqua tiepida
20 gr di lievito di birra
20 gr di olio
1 cucchiaino di miele
2 cucchiaini di sale

Il procedimento è quello usato da Olga anche durante i corsi, che riporto qui per comodità.
Ho sciolto il lievito nell'acqua insieme ad 1 cucchiaino di miele e ho lasciato agire mentre preparavo il mix di farine. Poi in una ciotola ho messo le farine e ci ho versato su l'acqua con il lievito lavorando con le fruste (se avete un'impastatrice meglio ancora) fino a completo assorbimento, quando ho aggiunto l'olio e il sale. Ho continuato a lavorare per altri 5 minuti e ho coperto la ciotola per far lievitare.
Dopo circa 2 ore (dipende dalla temperatura a volte basta 1 ora e mezza) l'impasto era raddoppiato e ho infarinato una spianatoia con farina di Mais finissima e Mix it per scaravoltarvi sopra l'impasto. Senza manipolare troppo, ho formato i panini che desideravo (potete anche fare una pagnotta) e li ho coperti con un canovaccio. Dopo circa 15 minuti, ho acceso il forno a 250° con la funzione grill posizionando la pietra refrattaria sul piano più alto. Una volta giunto a temperatura il forno, ho lasciato scaldare la pietra per 30 minuti prima di riportarla al penultimo gradino e cambiare la funzione del forno in statico sempre a 250°.
Ho scoperto i panini e li ho spennellati con un'emulsione di acqua e olio quindi, aiutandomi con la pala, li ho infornati. Dopo 10 minuti, ho abbassato la temperatura a 220° e ho cotto per circa 25 minuti (se la pagnotta è unica anche 30 minuti). Il risultato è a dir poco eccezionale. Li potete anche congelare e scaldare un po' una volta scongelati. Potete anche preparare l'impasto la sera prima e metterlo subito in frigo. Una volta tirato fuori dal frigo, tenete presente che dovrà lievitare all'incirca 50/60 minuti (per lo meno in questo periodo dell'anno) prima di essere lavorato.



8 commenti:

  1. Che dire... è splendido! Brava Annina e grazie :)

    RispondiElimina
  2. Questi panini hanno un aspetto strepitoso, in tutto e per tutto uguale al pane glutinoso... troppo brave siete, voi fanciulle "sglutinate"!
    C'è una cosa che mi sono sempre domandata: come fate a formare i panini coi vostri impasti che sono molto idratati??? voglio dire, con la proporzione di ingredienti liquidi/solidi che siete costrette ad usare, io m'aspetterei un impasto scarsamente lavorabile che non tiene la forma, proprio perché troppo molliccio :-S
    Qual è il vostro segreto? forse dovrò decidermi ad andare qualche volta ad uno dei corsi di Olga e Manu per svelare l'arcano! :-D
    Un bacio!!!

    RispondiElimina
  3. mezzo chilo malcotto, grazie :-)

    RispondiElimina
  4. che meraviglia, ha un aspetto davvero buono e simile a quello glutinoso, te ne posso ordinare un kilo?....all'affettato ci penso io

    RispondiElimina
  5. Vi rispondo solo oggi, scusate ma ieri è stata una giornatina niente male...
    @Olga, come dico sempre, io ringrazio te!
    @Min, "sglutinate" è troppo bello :)) Comunque, dopo la prima lievitazione il pane non va "rilavorato", forse è questo il segreto? Lo devi solo rimodellare senza toccarlo troppo. Ti ho fatto risparmiare un viaggio?
    @Vale, quando passi a ritirarlo? ;)
    @Concy va benissimo. Io salame e mozzarella ok?

    RispondiElimina
  6. Con me sfondi un portone aperto, non amo fare spesa in farmacia, solo per mancanza di tempo mi adatto al pancarrè gf che trovo alla coopo in altro ipermercato, ma alla lunga il pane che faccio io, anche quando mi sembra una ciofeca e più pane del pane che vendono. Mi piace proprio questo pane, grazie per aver ricordato questa ricetta...mi tocca panificare che sono senza pane ;-)
    Un abbraccio ai cuccioli
    Buon fine settimana carissima

    RispondiElimina
  7. Anna Lisa.. oggi ho fatto questo pane.. e' venuto buonissimo e bellissimo anche con la mescola senza Glutafin (introvabile) Qualche chiarimento: l'impasto si mette in frigo dopo la lievitazione di 2 ore per utilizzarlo il giorno dopo? e poi fuori dal frigo attendo un' ora per dargli la forma? Questo giro dopo 15 minuti dei 25 ho abbassato il forno a 200 perche' si colorivano troppo ed avevo paura che bruciassero.. l'interno e' comunque cotto e sono molto colorati, forse un po' troppo.. ma va bene cosi' e' il primo buon pane che riesco a sfornare. Grazie..a te e a Felix e Cappera che con le loro miscele mi stanno permettendo di ottenere buoni risultati.. ormai avevo gettato la spugna.. quando un bel giorno sono capitata nei vostri bloggs:)) Annamaria

    RispondiElimina
  8. Annamaria sono super arci contenta! Mai gettare la spugna! Per la cottura, forse il tuo forno cuoce diversamente dal mio o forse hai spennellato con troppo olio. Considera che più lo farai e più saprai regolarti con tutto finché non farai il tuo pane a occhi chiusi ;)
    Un abbraccio e grazie per la tua continua fiducia!

    RispondiElimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...