26/gen/2012

Dolce come il cioccolato

Dolce come il cioccolato

Un libro bellissimo.
E sapeste quanto mi piace affermare che un libro è bellissimo.
Si, perché dire che un libro mi è piaciuto vuol dire che è riuscito a distrarmi da ogni altro impegno, vuol dire che è riuscito a rubarmi ogni istante libero, vuol dire che ho pensato a lui anche quando non ce l'avevo fra le mani. E questo racconto mi ha riportata indietro ai tempi in cui, intorno ai 20 anni, divoravo i libri di Isabel Allende e di Gabriel Garcia Marquéz. Infatti la storia di Tita, una dolcissima ragazza di altri tempi, condannata da una sciocca quanto perfida tradizione a non poter contrarre matrimonio, è ambientata in un Messico conteso da rivoluzionari e guerriglieri che non conosce pace. Tutto però si svolge all'interno del focolare domestico di una strana (a dir poco) famiglia e soprattutto all'interno di una cucina dove tutto è possibile.
Tita, bravissima cuoca, riesce a cambiare il destino di tutti con il cibo, involontariamente ma quasi in maniera magica, condiziona le vite di chi gli sta intorno appassionando e coinvolgendo il lettore.
Un libro che consiglio assolutamente a chi ama volare con la fantasia e a chi apprezza lo stile unico del racconto tipico degli scrittori sudamericani.
Grazie mille a Ely che con i suoi Libri Vagabondi mi ha fatto conoscere questa bellissima storia.

LA TRAMA
Fin dal loro primo incontro, poco più che adolescenti, Pedro e Tita vengono travolti da un sentimento più grande di loro. Purtroppo, a causa di un'assurda tradizione familiare, per Tita il matrimonio è impossibile: ma per umana volontà e con la complicità del destino, lei e Pedro si ritroveranno a vivere sotto lo stesso tetto come cognati, costretti alla castità e tuttavia legati da una sensualità incandescente. Una storia d'amore in cui il cibo diventa metafora e strumento espressivo, rito e invenzione, promessa e godimento, veicolo di un'inedita comunione erotica.

3 commenti:

  1. Libro stupendo...come non essere tentate dalle ricette riportate???
    E a te non è venuta la voglia di mettere una fetta di cipolla sulla testa per provare se funziona?
    ciao loredana

    RispondiElimina
  2. Già Loredana, hai proprio ragione!
    Devo comprare una bella grossa cipolla al più presto ;)

    RispondiElimina
  3. Grazie per questo post, sono sempre alla ricerca di nuovi spunti per le mie letture! :)

    RispondiElimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...