15 gen 2012

RIFATTE SENZA GLUTINE: Pumpkin Pie







Come vola il tempo: è di nuovo il 15 del mese!
Questa è ormai una data importante, un appuntamento fisso che si ripete ogni mese e questa è già la terza ricetta che proponiamo "in coro" per far capire a tutto il mondo degli amanti del cibo quanto facile e gustosa sia la cucina senza glutine.
Per me personalmente, questa iniziativa sta assumendo un importante ruolo nella scoperta sperimentazione obbligata di nuovi sapori e nell'esecuzione di ricette che forse non avrei mai fatto di mia iniziativa.
E' il caso di questa buonissima Pumpkin Pie che osservo, ammiro e dribblo da almeno un paio d'anni perché mi è sempre mancato il coraggio di provare la zucca in versione dolce.
Per fortuna è arrivata che nel suo Castello in Giardino ha messo a disposizione di tutte noi la sua versione che trasmette così tanto amore per questa torta che sarebbe stato impossibile continuare ad ignorarla.
Ho eseguito quasi tutto alla lettera solo ho modificato la base del ripieno. Avendo, come già vi ho detto, fatto uno studio su questa torta, ero incappata in un sito molto bello che si chiama Joy of baking (che è una bella fonte di ispirazione sui dolci americani) dove consigliavano un trito di biscotti allo zenzero e noci pecan sulla base per non far ammorbidire troppo la pasta. 
Mi ispirava, e così ho fatto il mio trito ma di pistacchi e amaretti; era buonissimo ma credo che andrebbe meglio su una base di pasta frolla. Con la pasta brisée sarebbe preferibile non metterci nulla perché è più che giusto che il ripieno bagni la pasta.
E allora provate anche voi questa delizia che aspettate?

Ingredienti
Per base di pasta briseé (ricetta di Olga)
200 gr di farina senza glutine (io Mix per crostate e torte salate)
100 gr di burro
50/60 gr di acqua (ho visto dopo che Jè aveva usati il latte)
Per il ripieno
1 kg circa di zucca cruda
180 ml di panna fresca (crema di latte)
20 gr di amaretti Piaceri Mediterranei (mia modifica)
20 gr di pistacchi (mia modifica)
120 gr di zucchero
2 uova
1 cucchiaino di cannella in polvere

La sera prima ho cotto la zucca mettendo la fetta intera comprensiva di buccia, su una teglia da forno e coprendola con un foglio di alluminio. L'ho fatta cuocere a 180° per circa 45 minuti finché ho visto che il coltello affondava interamente. L'ho fatta freddare un po', ho tagliato la buccia e l'ho frullata nel Bimby.
Quindi l'ho lasciata scolare nel passino per tutta la notte.
Intanto ho preparato la pasta brisée miscelando tutti gli ingredienti fino a formare una palla che ho lasciato riposare in frigo per circa mezz'ora. Ho asciugato i pistacchi nel padellino e li ho tritati insieme agli amaretti (non troppo finemente ma neanche con pezzi grossi).
Ho ripreso la pasta e l'ho stesa in un disco adatto a foderare una teglia da crostata da 23 cm. Con la pasta rimanente ho creato delle foglie decorative. Ho riempito con il composto di biscotti, ho coperto con la pellicola e messo a raffreddare in frigo fino al mattino successivo.
Il giorno dopo ho passato la zucca in una padella e l'ho lasciata asciugare per circa 10 minuti mescolando spesso. Ho acceso il forno a 190°.
Ho sbattuto le uova con lo zucchero e ho cominciato ad aggiungervi la zucca e la panna poco per volta fino ad ottenere un composto ben amalgamato.
Ho versato il tutto nel guscio di pasta briseé e ho cotto per circa 50 minuti.
Fatela raffreddare completamente prima di gustarla e se vi è possibile...
aspettate fino al giorno dopo, sarà ancora più buona!


Ci vediamo il 15 febbraio da Anna con i suoi Totani ripieni su letto di fagioli
e se vuoi partecipare le semplicissime regole le trovi qui
Abbiamo anche una pagina facebook
http://www.facebook.com/pages/Rifatte-senza-glutine/254862347913666



17 commenti:

  1. wow! è fantafavolosa! Grazie AnnaLisa, una meraviglia!!! :D

    é vero che negli States mettono le pecan in questo tipo di preparazioni (come nel mantovano, zucca e noci!) .. ma io sono rimasta fedele alla mia città..Fe, meno mix :P ma devo provarla con le noci.. nostrane però :D <3 Felice d'averti fatto sperimentare qualche cosa di nuovo!! Baci Jé

    RispondiElimina
  2. Le tue modifiche me le segno, mi dà l'idea che ci stiano benissimo. Anch'io ho trovato buonissima questa ricetta, e ti faccio i complimenti anche per le belle foto :)

    Buona domenica :)

    RispondiElimina
  3. anche noi eravamo molto molto titubanti riguardo la zucca in versione dolce!però non siamo riuscite a superare la barriera brisè e abbiamo già provato con la frolla!Provala Annalisa, ci sta benissimo!!!buona domenica!

    RispondiElimina
  4. hai prorpio ragione il tempo vola!! adesso si riparte e ripartirà anche Vale!! :P però saremo più brave promesso...!! la pimpkin pie è invitante e gustosa :P

    RispondiElimina
  5. ew già... c'erano pure i pistacchi!! bella ideona :)) bacioni :XX

    RispondiElimina
  6. Eppure anche questa tua modifica mi pare intrigante e secondo me dà il giusto sprinta alla ricetta!
    Un bacio!

    RispondiElimina
  7. Ma sai che anche io avevo pensato ad una guarnizione con la granella di pistacchio? Però il mio giudice in primis, cioè il cucciolo, l'ha cassata subito, lui preferiva il cioccolato. E quindi cioccolato fu!
    Bellissima la tua pie, brava brava brava ♫ ♪ ♫
    Buona domenica

    RispondiElimina
  8. Con pistacchi e amaretti... chissà quanto sarà stata buona.

    Bravissima

    RispondiElimina
  9. Oggi sto rosicando a vedere tutte le varianti golose....questa degli amaretti poi in particolare!!! Slurp!

    RispondiElimina
  10. Bellissima, mi sei piaciuta un sacco con l'aggiunta del pistacchio!!
    Un bacio e buona domenica

    RispondiElimina
  11. Belle le decorazioni Annina! E gli amaretti si sposano perfetti con la zucca!

    Spero che adesso me lo prenda il commento :(

    Forse ce l'ho fatta!!! :D!!! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  12. bellissima, ottima idea i pistacchi, baci

    RispondiElimina
  13. Ma sai che non avevo mai pensato all'abbinamento con i pistacchi! Brava Annalisa!

    RispondiElimina
  14. Grazie ragazze grazie a tutte di cuore!
    I pistacchi li avevo già provati con la vellutata di zucca e ci stavano benissimo perciò la mia intuizione ha funzionato anche con il dolce :)

    RispondiElimina
  15. ed ecco la prima da cui non ero riuscita a commentare. ti dicevo che gli amaretti ci stanno benissimo, ma non avevo pensato ai pistacchi, e la prossima volta ci penserò. una splendida versione la tua!

    RispondiElimina
  16. Anna Lisa, mi piace la tua versione con i pistacchi...non ci avrei mai pensato. Baci!

    RispondiElimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...