22 mar 2012

La parte più tenera


Bellissimo libro inviatomi da Ely grazie alla sua iniziativa dei Libri Vagabondi che mai smetterò di pubblicizzare perché è davvero un'idea generosa.
E' la prima autobiografia divertente che leggo: autoironica e a metà fra realtà e fantasia (ma dove comincia poi la fantasia e dove finisce la realtà?) la vita di questa donna che tanto successo ha oggi negli Stati Uniti, ci appare tangibile e reale e non ci annoia nemmeno per un istante.
Azzecatissima la traduzione e molto interessanti i protagonisti e le vicende che hanno tutte come tema centrale il cibo e la cucina: e cosa può interessare di più ad una foodblogger?
Inoltre nel libro ci sono un bel po' di ricette fattibili e meravigliosamente invoglianti...alcune le ho già provate e credetemi: ne vale proprio la pena :)
Un libro che consiglio assolutamente!

LA TRAMA
Ruth Reichl è la critica culinaria più famosa d'America. In questo libro ci parla della sua infanzia, di sua madre che nel giorno libero della bambinaia paga lei, una bambina spaventata, per farsi da babysitter da sola. Racconta i suoi primi passi in cucina con la signora Pavey, la domestica dal passato aristocratico, e con Alice, la cuoca caraibica che nei momenti difficili cucina le sue fantastiche mele al forno con salsa dura. Ma è a casa di un ricco buongustaio francese, fra un intingolo che pare "l'autunno distillato in un cucchiaio" e una chartreuse di pernice imponente come una cattedrale, che Ruth capisce per la prima volta cosa significhi veramente mangiare.


3 commenti:

  1. Bella recensione che mi ha messo una gran voglia di leggere il libro!

    bravissima!

    ciao loredana

    RispondiElimina
  2. non conoscevo questo libro ma la tua brillante recensione mi ha fatto venire la voglia di cercarlo in libreria. un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Si ragazze lo consiglio vivamente!

    RispondiElimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...