11/gen/2013

Timballo filante di riso semintegrale






Adoro sformati, tortini, quiche e soprattutto timballi.
Insomma, mi piace tutto ciò che alterna strati di sorprese, miscele diverse
di ingredienti che vanno scoperti ad ogni forchettata.
Un po' come accade nella vita, con un timballo non si sa mai cosa succederà
con il prossimo boccone. Per fortuna che in tavola i "bocconi" non sono così amari
come quelli che siamo costretti ad ingoiare nella vita di tutti i giorni.
La cara Marcella si è inventata un italianissimo contest e io mi sono inventata per
lei questo timballo venutomi in sogno (più o meno così) qualche notte fa :)
Unico problema; lo stampo!
Mi son resa conto di non avere un vero e proprio stampo da timballo e avrei voluto
usarne di monoporzione ma avevo anche finito quelli usa e getta quindi...
devo assolutamente vincere questo contest!
Nel mio sogno c'era il riso e lo zampone, regalo natalizio non sfruttato in tempo debito,
ma l'altra sera, una brutta sera, ho chiuso gli occhi e ho seguito l'istinto per abbinare, aggiungere
e alternare questi ingredienti e senza pensare a nient'altro che a ciò a cui non volevo pensare
è venuta fuori una cena strepitosa.


Ingredienti
300 gr di riso semintegrale
1 cavolo verza medio
1 zampone precotto senza glutine
60 gr di formaggio Montasio (mi son tenuta bassa)
1 uovo (facoltativo)
2 scalogni
3 cucchiai di parmigiano
1 cucchiaio di burro
brodo vegetale q.b. (acqua e dado)
sale, pepe
1 fighissimo stampo da timballo che io non ho e spero di vincere
nel frattempo
uno stampo a cerniera da 24-26 cm. di diametro


Cuocere lo zampone in acqua bollente per circa 20 minuti. 
Una volta freddo, privatelo della cotenna e tagliatelo a fettine sottili.
Scaldare in una pentola 1 o 2 litri di acqua con del dado vegetale (possibly fatto in casa).
Tagliare a listarelle sottili il cavolo e tuffarlo nell'acqua in ebollizione.
Lasciarlo cuocere per circa 5 minuti e poi tirarlo su con un mestolo forato trasferendolo in 
una terrina. Nella stessa acqua del cavolo lessare il riso per il tempo indicato sulla confezione
meno 3 minuti (più o meno, comunque regolatevi assaggiandolo e lasciandolo al dente).
Nel wok, soffriggete gli scalogni tagliati sottili con due cucchiai di olio Evo e trasferirvi il cavolo.
Lasciar stufare per circa 15 minuti aggiungendo gradatamente, altro brodo vegetale. 
Scolate anche il riso e conditelo subito con 2 cucchiai di parmigiano, metà del formaggio affettato, 
metà della verza e il burro. Io ho fatto così, senza uova,  per ridurre i "danni" ma se volete un risultato finale più compatto, sbattete l'uovo con il parmigiano e amalgamatelo al riso.
 La differenza sarà unicamente visibile quando andrete a tagliare il timballo;
 con l'uovo i chicchi di riso non si separeranno.
Accendete il forno a 200° ventilato.
Foderare di carta da forno una tortiera a cerniera e posizionare metà delle fette di zampone;
procedere con il riso e appiattirlo con un cucchiaio; ora è la volta della verza e poi delle rimanenti
fettine di zampone. Completate con il restante formaggio e l'ultimo cucchiaio di parmigiano.
Infornate per circa 20/25 minuti o finché la superficie non sarà ben croccante e filante.
Estraete dal forno e lasciate raffreddare circa 10 minuti prima di aprire la cerniera e tagliarlo.
Le dosi sono per 4 persone ma io e mio marito, che eravamo molto depressi, l'abbiamo quasi finito!

forse perché avevo letto questo?


Secondo la Coldiretti, lo zampone e il cotechino  analizzati dopo cottura, dimostrano di avere una composizione molto diversa dall'immagine che li vede come prodotti molto grassi: 100 grammi,
 pari a due fette, contengono 319 calorie, circa quanto un etto di mortadella (307) 
e meno della stessa quantità di salame (352).
Si tratta di alimenti interessanti per l'apporto in proteine di elevata qualità biologica, 
in vitamine B1 e B2 (tiamina e riboflavina) e in ferro e zinco.


Con questa ricetta partecipo al contest di Celiaca per Amore



9 commenti:

  1. Ahahaha mi hai fatto morire.....'devo assolutamente vincere questo contest'?!! Cmq bono oh!!! Certo se avessimo anche quello colle polpette.......;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'avrai l'avrai...è in preparazione per domenica e ho anche invitato degli amici così non sarò "costretta" a finirlo tutto da sola ;)

      Elimina
  2. devo assolutamente partecipare a questo contest, è troppo carino ed è di "una di noi".
    bellissima la tua versione di timballo... e comunque non me la dai a bere, light non lo è proprio!
    ma buonissimo si!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E allora partecipa anche tu cara ;)
      Bacioni e...W le ricette finte light ;)

      Elimina
  3. ma dimmi la verità...ti sei fatta gli aiutanti in cucina? come fai con la famiglia, i figli, il lavoro ad essere pure cuoca provetta? standing ovation!!! bacioni :-X

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capirai! Senti chi parla :)

      Elimina
    2. ma io non ho figli piccoli e un lavoro...mizzica! non arrivo a fare ciò che vorrei quindi rimango esterefatta dall'energia che dimostri tu ;-) che batterie usi? hihihi :-X

      Elimina
    3. Eh lo so! Ricordo molto Wonder Woman ;)

      Elimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...