19 mar 2013

Bignè di San Giuseppe senza glutine



Buona Festa del Papà!
Cosa c'è di meglio per festeggiare San Giuseppe di un bel bignè grondante crema?
Non amo le feste imposte per consumismo ma adoro le specialità imposte per queste feste :)
Non ci si può sottrarre alle tradizioni e anche se non amo friggere,
quest'anno mi sono cimentata nel Bignè fritto!
Del resto, è stata una cara amica a mettere a disposizione la sua cucina, ripulendo tutto
da ogni traccia di glutine e inaugurando addirittura una spianatoia di legno vergine!
Lei da una parte con la ricetta glutinosa, io dall'altra sglutinata e...
ecco cosa abbiamo tirato fuori.

Prima di passare alla descrizione della ricetta, voglio precisare che per 
questi bignè ho utilizzato una ricetta diversa dalla mia solita pasta choux.
Girava in facebook questa ricetta che avevo anche trovato 
sul Ricettario di Anna e che ho voluto provare. 
La prima volta mi sono attenuta alle dosi indicate
ma non mi son venuti bene.
Poi ci ho riprovato aumentando un po' l'acqua e son venuti buonissimi.
Se volete farli al forno comunque, tenete sempre presente la ricetta dello scorso anno

Anche con la crema ho voluto fare una cosa diversa, seguendo il procedimento
di Giallozafferano e la crema è venuta davvero meravigliosa e profumatissima

Finalmente la ricetta :)

Ingredienti
Per i bignè
120 gr di farina di riso consentita
60 gr di fecola di patate consentita
250 ml di acqua
80 gr di burro
4 uova
1 pizzico di sale 1 cucchiaino di zucchero
Per la crema pasticcera
250 ml di latte
la punta di un cucchiaino di vaniglia Bourbon
la buccia grattugiata di mezzo limone
3 tuorli freschissimi
25 gr di maizena
75 gr di zucchero

Preparare la crema pasticcera come indicato in questo post e lasciar raffreddare.
Per preparare la pasta choux lascio la parola ad Anna che qui spiega benissimo

Mescolate bene le farine, il sale e lo zucchero. Versate l’acqua in una casseruola piuttosto capace, mettetela sul fuoco e fateci sciogliere il burro. Portate ad ebollizione e quando raggiunge il bollore versate la miscela di farine, sale e zucchero tutto in un colpo. Mescolate bene con un cucchiaio di legno finchè si forma una specie di palla che si stacca dalle pareti della pentola. Amalgamate bene il tutto e fate intridere bene il mix di farine di burro e acqua. Togliete dal fuoco. Prendete l’impasto e, in un piatto piano grande, appiattitelo in modo tale che si raffreddi. Quando l’ impasto si è un po’ raffreddato mettetelo nella planetaria e con la frusta a foglia reimpastatelo. Aggiungete poi le uova uno alla volta. Amalgamate bene il tutto. Se l’impasto risultasse troppo morbido basta aggiungere una cucchiaiata di farina di riso.

Ora prendete un sac-a-poche con bocchetta a stella e trasferitevi l'impasto.
Formate dei mucchietti come indicato nella foto su ciascun quadratino di carta
(non assemblate troppa pasta altrimenti vi si appesantiscono in frittura)


Scaldate ora abbondante oli odi semi di arachidi in un wok o in una pentola a bordi alti
e friggete i bignè calandoli nell'olio direttamente con la carta che andrete a rimuovere
dopo qualche secondo, con una pinza.
Rigirate spesso i bignè fino a completa doratura e lasciateli scolare su carta assorbente.
Una volta freddi, riempiteli di crema con l'aiuto di una siringa.
Buonissimi anche il giorno dopo!

16 commenti:

  1. hai ragione oggi siamo proprio in sintonia, tu però sei stata più brava di me, hai usato la sacca, io li ho buttati nell'olio un po' con un dosa gelato, altri con 2 cucchiai, bellissima la tua versione senza glutine, un bacione

    RispondiElimina
  2. Ho fatto "le sfinge" di San Giuseppe che sono il dolce che si fa a palermo in questo giorno e lo chef ci ha detto che la differenza sta nel mettere pari dose di farina e di burro... Sarà per questo che sono venuti meglio aumentando la dose dei liquidi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può darsi...vedi quante cose sanno gli chef :(
      Io vado a tentoni!

      Elimina
  3. Risposte
    1. Si, davvero golosi ...come tutte le cose fritte mannaggia!!!

      Elimina
  4. Ma chi siamo, Stanlio e Olio o Thelma e Louise...Che siamo in sintonia!!!!!!!!!!!
    Troppo buone!!

    RispondiElimina
  5. una quarantina di bignè, grazie

    :-)

    RispondiElimina
  6. che bella questa collaborazione! ti sono venuti una meraviglia!! la prossima volta friggo anche io ;-) grandiosa Annalì, baciuzzi e buona festa :-X

    RispondiElimina
  7. Sono stupendi Anna Lisa! Bella questa collaborazione...mannaggia a quella Alice che abita così lontano e mi fa cucinare sempre da sola!!!
    Un abbraccio, Ellen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho ancora capito bene come siete dislocate!
      Grazie ricambio l'abbraccio :)

      Elimina
  8. Chiamami quando fai queste prove!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok, la prossima volta ti avviso per tempo :)

      Elimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...