05 apr 2013

Hashbrowns...oh my God!

Solo ieri leggevo sul blog di Gaia, di alcune riflessioni sul tempo che passa e
su quanto ci si cominci a sentir strani pensando ad eventi che nella nostra memoria
sono ancora recenti ma che in realtà gli anni hanno parecchio allontanato.
Ebbene, la ricetta di oggi mi riporta ad un periodo felice di cui vi ho già parlato in altre
occasioni e qui qualcuno penserà "Oddio che pizza, ora ricomincia con i ricordi di gioventù".
Ma tutti, compresi i grandi personaggi, hanno vissuto un periodo mitico no?
Il mio è stato l'anno londinese ma...quanto tempo è passato???
Ho appena fatto i conti ed è stato quasi 20 anni fa!!!
Gaia stiamo proprio invecchiando :)

Quando vivevo a Londra lavoravo in albergo e al ricevimento i turni cominciavano alle 7
del mattino. Considerato che io vivevo a 14 fermate dall'albergo in Knightsbridge dove lavoravo,
la mia sveglia suonava alle 5 a.m.!
Dovete sapere che io sono notoriamente uno zombie quando alle 7.30 ora mi alzo per preparare i
bambini e prima di pronunciar parola passa almeno un quarto d'ora (ho dovuto accorciare i tempi
rispetto a qualche anno fa altrimenti arrivano a scuola a mezzogiorno!)...
potete immaginare cosa fossi alle 5????
Facevo colazione con le mie abitudini italiane, roba dolce per capirci, e quando arrivavo in 
albergo,  mi cambiavo e arrivavo al ricevimento che per me era già ora di pranzo :)
Ecco perché la colazione puzzolente di quegli inglesi mi stuzzicava l'appetito e appena possibile
sgattaiolavo al ristorante e rubavo i miei adorati "Hashbrowns".
Non ho mai avuto il coraggio di accompagnarli con i fagioli né con le salsicce a
quell'ora eppure queste patate mi son sempre rimaste nel cuore.

Dopo tutti questi anni ho trovato la ricetta sul libro della Evans e le ho riproposte alla mia
famiglia in versione cena-piatto unico.
E' meglio che si comincino ad abituare perché se continuiamo così in Italia, 
il trasferimento a Londra si avvicina pericolosamente!!!

Buon appetito e buon week-end a tutti

Ingredienti (per 3 o 4 persone)
1/2 kg di patate (pesate sbucciate)
1 pizzico di sale
1 noce di burro
pepe q.b.
se volete, cipolla grattugiata o aglio schiacciato
(io no, per via dei bimbi)

Sbucciare le patate asciugarle e grattugiarle grossolanamente
(io ho usato il disco del Ken)
Asciugarle benissimo in un canovaccio pulito


Scaldare metà del burro in una padella antiaderente del diametro do 25 cm.
e distribuire le patate in maniera uniforme appiattendole con una spatola o con un cucchiaio.
A fiamma bassa cuocerle per circa 8 minuti finché saranno dorate


Trasferire le patate (facendole scivolare) su un piatto capiente 
e nella padella fondere il rimanente burro.
Far di nuovo scivolare le patate nella padella per cuocerle anche sotto
per circa 6 o 7 minuti.
Piegare il disco a metà su se stesso e cuocere ancora uno o due minuti.
Passare in in piatto e tagliare a spicchi.
Servire a piacere



12 commenti:

  1. che meraviglia!!! e che invidia! io picchio ancora la testa contro al muro per essermi persa l'opportunità di un anno all'estero!!!!!!
    Sono quasi pronta per il mio tour de force di oggi.. tengo vicino il tuo numero di telefono!!! ^_^
    Roberta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. PEccato Roby, tutti dovremmo farlo almeno una volta!
      In bocca al lupo e fammi sapere

      Elimina
  2. Ho lavorato in Inghilterra anche io in una cucina, ma anche più di 20 anni fa... ma come passa il tempo???? Oddio!!!
    Però questa colazione me la ricordo anche io...

    RispondiElimina
  3. Così non le ho mai provate! Devono essere ottime!:-) anche la mattina! si, salsicce e fagioli di mattina presto non si possono sentire! neanche l'odore.... ma tant'è... e ci toccherà magnarli... non pericolosamente, ma piacevolmente!:-) baci

    RispondiElimina
  4. a parte che sono contenta che il destino abbia voluto che proprio oggi passassi di qui. guarda che non era ovvio, in questo periodo non ho tempo per niente, infatti non leggo più niente, ma stasera ero riuscita a ritagliarmi un momentino. e guarda cosa ti vedo. sei un tesoro, sei!
    ma poi... sai che questi hash-cosi non li conoscevo?!?!? E invece mi ispirano moltissimo, e mi immagino che potrebbero piacere tanto anche ai bambini, che sono patate-dipendenti?
    e che sarebbero perfetti per uno di quei brunch che ogni tanto capire di fare, con gran gioia, la domenica famiglia.

    terrò presente assolutamente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tesoro mio, io sono molto fatalista e inizialmente avevo intenzione di segnalarti il post perché ti avevo nominata ma poi ho deciso che ci saresti passata da sola :)
      Vedi che avevo ragione?
      Il destino ci unisce in questo periodo, anch'io sono con gli operai in casa e anch'io ho poco tempo per girare fra i blog eppure ho visto il tuo post che ha ispirato il mio :)
      Gli hashbrowns sono buonissimi, li devi provare, i bambini impazziranno!
      E siccome non bisogna sfidare troppo il destino, questa risposta la scrivo qui da me ma vengo a copiarla anche da te perché voglio che tu la legga ;)
      Un bacione

      Elimina
  5. Ciao che carino il tuo blog ci son belle ricette complimenti ;)
    mi unisco subito ai tuoi lettori fissi!

    Un abbraccio
    Alessandro
    fancyfactorylab.blogspot.it

    p.s. passa pure da me e fammi sapere che ne pensi ;) baci

    RispondiElimina
  6. Grazie Alessandro non so xche vedo solo ora il tuo commento! Passerò presto :)

    RispondiElimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...