24 apr 2013

Treccia rustica alle patate senza glutine, con crema di mortadella e prosciutto cotto



Che sorpresa questa treccia!
Sfogliando una raccolta di ricette per Bimby pubblicata dalla presentatrice Teresa Amato,
da cui ho preso già altre ricette come il mio cheesecake preferito e questa buonissima pizza capovolta
ma anche la Nutella e i broccoli stufati nonché la pizza di patate.
Insomma, un'utilissimo strumento di lavoro ;)
Questo impasto mi ha incuriosita molto perché non ha liquidi a parte 40 gr di olio
e mi son buttata a farlo in versione sglutinata ispirandomi al mix dell'Angelica salata.
E' venuto morbido e croccante allo stesso tempo, con un impasto ben lavorabile e modellabile.
Non guardate la mia treccia spaccata perché, dopo averla arrotolata e fotografata
 (come vedete nella foto più sotto), non mi sono accontentata del risultato e l'ho
rimaneggiata troppe volte spezzando l'impasto.
Sono una perfezionista punita dalle mie stesse manie!!!

Comunque, quelle aperture hanno fatto si che il ripieno fosse golosamente visibile
e vi assicuro che al di là dell'aspetto il sapore è buonissimo!!!




Ingredienti
per l'impasto
250 gr di patate lesse
500 gr di farina suddivisa così:
280 gr di Farmo (Fibrepan)
120 gr di Pandea (Il forno di Olivia)
100 gr di Agluten
40 gr di olio Evo
40 gr di burro
20 gr di lievito di birra
2 uova
2 cucchiaini di sale
1 cucchiaino di zucchero
per il ripieno
180 gr di mozzarella
100 gr di mortadella senza glutine
150 gr di prosciutto cotto senza glutine (io alla brace)

Nel boccale tritare gli ingredienti per il ripieno 30 sec. vel.5
Mettere da parte.
Nel boccale olio e lievito 30 sec. 37° vel. 2.
Aggiungere le patate lesse e le uova e lavorare 30 sec. vel.4.
Unire le farine e il sale 2 min. vel. Spiga.

Tutto questo procedimento non l'ho eseguito con il Bimby ma con il Ken 
perché mi trovo meglio ad impastare le farine GF con quest'ultimo.

Prelevare l'impasto e dividerlo in tre rettangoli uguali.
Stenderle in "lingue" sottili e farcirle con la crema preparata cercando di coprire tutta la lunghezza.
Arrotolateli formando 3 cilindri e intrecciateli delicatamente.
Oppure staccate 6 rettangoli e formate due trecce più piccole.
Trasferite la treccia in una teglia (26/28 cm.) e lasciate lievitare fino al raddoppio in luogo tiepido.


Riprendete la treccia e spennellatela con un'emulsione di acqua e olio
(la ricetta diceva con il latte) e infornate per circa 30 minuti in forno caldo a 200°
Buonissima anche il giorno dopo




14 commenti:

  1. mmmm che delizia, vien voglia di organizzare una gita fuori porta con pranzo al sacco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E'' buona Raffa, provala. Un bacione

      Elimina
  2. Molto golosa!!! La più felice sarà stata Diletta!!

    RispondiElimina
  3. Risposte
    1. Grazie Lia, che bello rivederti qui!

      Elimina
  4. l'impasto pare magnifico e ben liscio! brava Annalì :-) mi hai fatto ricordare che ho da fare una ricetta simile a questa e devo farla assolutamente...mi hai stuzzicato l'appetito. buon 25 e bacioni :-X

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vedi? sono la tua memoria aggiunta :D

      Elimina
  5. Ciao, davvero particolare l'impasto di questa treccia, e perfetto il ripieno a base di mortadella, prosciutto e mozzarella!
    baci baci

    RispondiElimina
  6. Brava Annalisa! Molto carina questa treccia e quella mortadella poi...chissà che profumino!
    Bacioni, Ellen

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si Ellen ci hai preso in pieno :)

      Elimina
  7. ciao Anna Lisa, sono contenta che ti siano piaciuti,anche a me e tanto, interessante questa treccia, ci faccio un pensierino...un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie della fiducia Tamara, fammi sapere ;)

      Elimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...