27 mag 2013

Tiedd o Taieddhra? Bari-Lecce 1-1


Quando ho visto che a vincere l'MTC di aprile era stato un pugliese,
ho pensato che se mai capitasse di vincere a me (nell'eventuale ipotesi
che i concorrenti dell'MTC si riducano a 3 partecipanti!!!) non avrei più avuto
la mia ricetta da proporre!Eh si, perché la tiella era l'unico piatto che mi veniva
in mente ogni volta che la parte inconscia del mio cervello si metteva a fantasticare
su una (im)possibile vittoria.
Per fortuna che non corro questo rischio e che Christian ha pensato bene di
onorarci di questo meraviglioso quanto unico piatto della nostra tradizione.

Ho letto divertita il suo post e ho scoperto che lui è salentino mentre io sono originaria
di Bari, il che agli esperti di calcio giustifica il titolo di questo mio post :)

Quando ancora vivevo in Puglia e ancora mi piaceva il calcio giocato,
andavo spesso allo stadio e, per la "vergogna" di tutti gli esponenti maschili della mia famiglia
ero anche fidanzata con un leccese!
Il che vuol dire che quando andavo allo stadio a Lecce ero costretta ad ascoltare in silenzio cori del tipo
"Di Lecce simu simu lalallalalalla, addunca sciamu sciamu ecc.ecc." 
e magari mi toccava reprimere emozioni e fare la vaga se il Bari faceva GOL
oppure stringere i denti e sorridere falsamente se era il Lecce ad andare in rete!
E poi ... tornare a casa, fra i  miei simili come se nulla fosse :)

Scherzi a parte e animosità calcistiche a parte, ADORO Lecce e tutta
la penisola salentina anche perché a quella zona son legati i miei più cari ricordi
relativi alle prime stagioni  nei villaggi turistici di Ugento e giù di lì, nonché recenti vacanze con la mia famiglia.

Pertanto grazie ancora Christian e 
Viva lu Salentu collu mare lu sole e lu vientu!!!




La mia versione di Tiedd (o Tieddra se siete a Lecce) non esula dalla tradizione.
Anche maggio è stato un mese tremendo per la mia gestione casalinga
ricordate la ristrutturazione di casa???
E fra uno scatolone da riaprire e un saluto agli operai, sono giusto riuscita
a riproporre alla famiglia la mia solita versione, con l'aggiunta però di zucchine.
Il miracolo è stato scrivere il post entro il 28 e per ora mi accontento di
guardare e sbavare sulle meravigliose e fantasiose versioni delle altre Mtcccine ;)

Se poi ne gradite una proprio della tradizione della MIA famiglia, 
di cui trovate dettagliata spiegazione (con foto ahimè perse da blogger) qui,
vi do' un assaggino di questa che non utilizza le zucchine e che è "chiusa" dalle cipolle
affettate e cosparse di pangrattato...slurp!



Ingredienti (per 4 persone c.ca)
1 Kg di cozze
300 gr di riso Roma o altro riso 
700 gr c.ca di patate
3 zucchine romanesche con il fiore
(non parboiled altrimenti cuocerà prima delle patate)
600 gr di liquidi (acqua normale più quella filtrata delle cozze)

2 cipolle bianche

1 spicchio d'aglio

pomodorini ciliegino o invernale
pecorino grattugiato

(meglio il Rodez che a casa dei miei si usava come l'acqua corrente!!!)

sale, pepe, olio Evo, prezzemolo,

1 foglia di alloro

basilico fresco


Lavare accuratamente le cozze e prepararsi ad aprirle.
Fare pressione sulla parte superiore e lasciando scivolare in avanti una delle due valve
inserire un coltellino all'interno facendolo scorrere sulla parte superiore
fino ad aprire la cozza, lasciando il mollusco su una sola valva.
 Eliminare l'altra, raccogliere l'acqua in una ciotola e procedere così con tutte le cozze.


Predisporre un tegame possibilmente di terracotta e ungerlo con un po' d'olio cominciando 
a sistemare le cozze sul fondo. Riempirle di riso (crudo) e condire con  il prezzemolo e basilico tritati,
 parte dei pomodorini tagliati  a metà, una cipolla tritata, l'alloro, il pecorino e una macinata di pepe.

Filtrare l'acqua delle cozze e aggiungere acqua normale fino al raggiungimento del peso previsto
dalla ricetta (sempre il doppio del peso del riso). 
Se avete abbastanza coraggio dovreste assaggiare appena l'acqua per capire se
aggiungere o no sale o meglio ancora una punta di dado vegetale fatto in casa.
Versare il liquido ottenuto sul riso.
Affettare ora le patate rotonde o a fette sottili e disporle in una ciotola mescolandole
con parte delle zucchine tagliate a rondelle sottili, i loro fiori, i rimanenti pomodorini, 
basilico, prezzemolo, pecorino poco sale e pepe.
Sovrapporre il tutto al riso.
Affettare l'altra cipolla e la zucchina rimasta e sistemarle sulle patate completando
con pangrattato, altro pecorino sale e olio.
Infornare a 230° statico per circa 30/40 minuti o finché le patate non saranno cotte
e non si sarà formata una piacevole crosticina dorata sulla superficie.


Se non sono stata abbastanza chiara o se volete essere più convinti
ma, soprattutto, se volete farvi due risate, 
allora guardate questo video fino in fondo :)





Con la mia Tiella partecipo all'MTC di maggio


20 commenti:

  1. hahaha.. bello il video!
    buonissima la tua.. tiedd..taieddhra..
    brava

    RispondiElimina
  2. che disonore per la famiglia :D :D

    bellissima la tua tieddra e... se tutti i pareggi fossero così, sarebbe una pacchia :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah per fortuna che quella storia è finita :))
      Ma si, lasciamoci prendere dai pareggi facili senza troppi pensieri negativi ;)
      Ciao e grazie

      Elimina
  3. Le rivalità tra terre vicine che hanno profonde radici storiche e che spesso mantiene vive (ahimé) solo il calcio. Poi c'è sempre chi stempera, come te! Bellissimo il titolo come la tua tiella.

    Fabio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' vero Fabio e a volte si raggiungono davvero degli apici vergognosi solo per colpa del calcio! I nostri avi si tormentano nelle tombe ad osservare inermi la nostra stupidità!
      Grazie dei complimenti, io cerco sempre di stemperare ;)

      Elimina
  4. che ridere Anna Lisa, secondo me lo spot Amgas era ed è mitico! Appeno ho visto il link non ho resistito e me lo sono riguardato tutto. Baresità verace!!! Ottima la tua versione.
    Un abbraccio.
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione Alice, verace che più di così non si può!
      Pensa che da quando lo ha guardato mio marito che è romano, e ti assicuro che l'ha guardato non poche volte negli ultimi due o tre anni, ogni volta che torna a casa a pranzo e a cena mi chiede "Mè iè pront?"
      :)

      Elimina
  5. ho conosciuto pugliesi di tutte le province durante la mia vita universitaria e mai come tra voi ho visto così tanto campanilismo! Siete peggio dei romanisti e dei laziali:-)))))
    ma a noi che non siamo pugliesi ci rimane la vostra splendida cucina... io personalmente la adoro! E questa taieddhra che conoscevo di nome, ma non avevo mai provata... è veramente deliziosa!:-) compresa la tua... il video è breve, ma intenso....:-) bellissimo! ciao:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Intensissimo direi :D
      Grazie cara, ci scambiamo volentieri le culture culinarie io e te ;)

      Elimina
  6. Ciccia, non disperare, se hanno fatto vincere me, c'è speranza per tutti! :D
    E anche me fu soffiato la ricetta che volevo fare (le arancine) da un'altra palermitana e io ho proposto un'americanata! :D
    P.s Ma sai che questa versione col pangrattato mi sembra assolutamente libidinosa? Adesso provo la tua versione e poi vediamo se finisce 1-1 :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ma tu ci credevi nella vittoria ;)
      Provala, a noi ci fa impazzire!!!

      Elimina
  7. ahhahha che post divertente! bravissima Annalì, ci è voluta buona volontà in mezzo ai tuoi casini per farcela! pensa che ciò che per me è straordinario per te è ordinario..io la tiedd lo fatta solo due volte finora mentre per te è quotidianità. bellissima ciccia, baciuzz

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ho capito! Allora chiedimi di farti una Cassata e vediamo quanto ci metto io :)
      Baci a te!

      Elimina
  8. Anna Lisa ma il link va messo sotto il post della ricetta della sfida, non dagli sfidanti!!! Ho trovato comunque il tutto e meno male, perchè perdere la tua tiedd... taieddhra :-) insomma il piatto che hai preparato è eccellente...sono d'accordo con te: slurp!
    Grazie anche del tuo contagioso buonumore!
    Dani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OMMIODDIO Daniela grazie :)))))
      Devo essermi sbagliata di grosso oltre che rinc...ta del tutto!!!
      GRazie ancora, mi sarebbe dispiaciuto non esserci visti gli sforzi che ho fatto per esserci ;)

      Elimina
    2. caspita, non so neppure più scrivere... ho concentrato due pensieri: uno era"la tua taieddhra è eccellente", l'altro "perderla sarebbe stato un vero peccato"! Scusami ma alle 11 di sera ogni tanto non connetto bene! :-) Un bacione

      Elimina
    3. Tranquilla Daniela, avevo capito tutto ;)

      Elimina
  9. Ciao Anna Lisa!
    Mi hai fatto sorride con il tuo racconto sulle partite vissute insieme al fidanzato leccese sulla sponda giallo-rossa sapendo di dover tornare in una casa bianco-rossa :-) Deve essere stato un incubo :-)
    La tua versione mi sembra molto invitante e le cozze sono state aperte molto bene e sono bellissime! Particolare l'aggiunta della foglia di alloro. Proverò!
    Nu salutu da nu salentinu ;-)
    Grazie mille!
    Cristian

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ora che mi son dichiarata biancorossa ho compromesso qualunque possibilità di vincita mi sa :))
      Grazie Christian!

      Elimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...