16 gen 2015

Polpettine di agnello ai porri e carciofi senza glutine senza latte e senza uova


Periodo difficile in casa mia!
Oltre al glutine per me e mia figlia, stiamo escludendo latte e caseina più
uovo e parte del nichel per il mio piccino.
Un disastro! Non so più cosa cucinare e perfino la scelta delle carni ne è influenzata.
Così ieri per cena mi son buttata sull'agnello (povero agnello!)
e ho riadattato questa ricetta presa dall'Enciclopedia della cucina Italiana
eliminando glutine, latte e uova.
Il risultato, a livello di gusto è stato molto buono.
Certo, con l'uovo nell'impasto, le polpettine avrebbero legato molto di più
ma voi potete tranquillamente usarlo per un risultato perfetto.
Ecco la ricetta

Ingredienti
500 gr di cosciotto di agnello disossato
50 ml di latte (io di soya)
100 gr di pancarrè (io senza glutine e senza lattosio)
100 gr di porro
4 carciofi
50 gr di cipolla
1 uovo (io non l'ho messo)
20 gr di burro (io 3 cucchiai di olio Evo)
20 gr di farina (io maizena)
1 limone
200 ml di vino bianco
sale, pepe e prezzemolo q.b.

Io il macinato lo preparo da me con il mio Kenwood visto che
nessun macellaio garantisce la non contaminazione della macchina.
Preparare le polpettine mescolando il macinato con una presa di sale, 
una macinata di pepe, il pancarrè ammollato nel latte e strizzato, l'uovo se lo usate.
Mondare i carciofi e strofinarli con metà limone tuffandoli poi in una ciotola
con dell'acqua dove avrete spremuto il succo del limone previsto.
Tritare il porro e la cipolla e soffriggerli con l'olio in una casseruola a fuoco basso.
Intanto passare le polpettine nella farina e poi unirle al soffritto.
Rosolatele per qualche minuto da tutte le parti voltandole delicatamente.
Intanto sgocciolare i carciofi e tagliarli a spicchi sottili.
Unire quindi anche i carciofi e il vino bianco.
Coprire e cuocere a fuoco moderato per circa 20 minuti.
Servire le polpettine calde irrorate dal sugo formatosi e completando 
con il prezzemolo fresco.

Oggi è venerdì!
C'è il Gluten free (fri)day e la mia ricetta la porto qui





2 commenti:

  1. NOn sapevamo di Fede :-( Beh cmq te la cavi lo stesso...sembrano stuzzicose queste polpette... Baci AnnA :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che ci vuoi fare? Seeeeempre più complicato :)
      Per fortuna che son cose passeggere queste.
      Grazie Vale!

      Elimina

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...