6 mag 2018

L'apparenza delle cose, di Elisabeth Brundage



Eccellente noir che rapisce, pagina dopo pagina, lentamente e impercettibilmente, anima e cuore!
La parte iniziale (almeno le prime cento pagine) è lenta e  anche molto improntata sulla componente della tristezza, della rassegnazione e del destino tragico che tocca un po' tutti i personaggi di questo libro. Apparentemente, i protagonisti sono i componenti delle due famiglie proprietarie della casa "maledetta" ma più si va avanti nel racconto e più ci si rende conto che è l'intera cittadina, insieme con i suoi abitanti e tutti i luoghi descritti, ad essere protagonista indiscussa della storia. Bravissima l'autrice a scavare nei sentimenti delle donne di questo romanzo facendole amare al lettore pur con tutte le loro imperfezioni. Drammatico l'evolversi degli eventi e, come da noir che si rispetti, perfetta anche l'evoluzione dei fatti in relazione all'epilogo riguardante l'assassino.
La Brundage non resta certo in superficie e porta indubbiamente il lettore a riflettere sul fatto che, anche ai giorni nostri, l'atteggiamento maschile nei confronti delle donne non sia poi tanto migliorato.
Libro consigliato, da leggere con calma e attenzione, senza fretta e senza aspettative gialliste



LA TRAMA
Un tardo pomeriggio d'inverno nello stato di New York, George Clare torna a casa e trova la moglie assassinata e la figlia di tre anni sola - da quante ore? - in camera sua. Da poco ha accettato un posto di insegnante di Storia dell'arte in un college locale, e si è trasferito con la famiglia in una fattoria che le voci di paese vogliono «stregata»: pochi anni prima, è stata al centro di un altro fatto di sangue, la morte di una coppia di agricoltori, che ha lasciato tre figli adolescenti. George diventa subito il sospettato numero uno, e mentre i suoi genitori tentano di salvarlo dalle accuse, e lo sceriffo cerca prove di colpevolezza, la cittadina opta per un intervento soprannaturale, che sembra confermato da strane apparizioni di oggetti, gelide folate di vento. I tre ragazzi orfani si ritrovano presto invischiati nel mistero, visto che l'omicidio è avvenuto in quella che era la loro vecchia casa d'infanzia. In questo noir ricco di riferimenti artistici e filosofici, seguiamo la storia di due famiglie, l'intreccio delle loro vite, il ritratto complesso di un matrimonio, e uno studio delle ferite che segnano un'intera comunità.

Nessun commento:

Posta un commento

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...