Focaccia barese senza glutine e senza latte


Divina, perfetta, adatta ad ogni occasione e sicuramente per tutti i gusti!
E' la mia nuova Focaccia barese senza glutine e senza latte e sono qui oggi
per svelarvi tutti i passaggi per ottenere una focaccia davvero molto molto
simile all'originale con il glutine!


Chi mi segue sa che le mie origini sono pugliesi e che questa focaccia fa parte
del mio DNA, della mia vita da non celiaca trascorsa appunto in Puglia.
Molto ho raccontato in questo post e ancora adesso, dopo 18 anni lontana
dalla mia vecchia vita e dopo 15 anni dalla diagnosi di celiachia, posso affermare
che la Focaccia Barese è la preparazione che più mi tiene legata a doppio filo
con le mie tradizioni di famiglia, con i ricordi più belli e con il sapore del vero cibo.


Avevo già  fatto questa ricetta qualche anno fa in due versioni; questa con il lievito madre
e con un mix di più farine e l'altra con la farina di EsSenza glutine.
Quest'ultima è decisamente perfetta ma purtroppo questa farina non è facilmente
reperibile ovunque e dal momento che nell'altra ricetta era presente la Glutafin, mix 
eliminato dal mercato, ho pensato di trovare una nuova soluzione. 
E credo di averla trovata no?



Il prossimo passo sarà quello di eliminare l'amido di frumento deglutinato 
ma per il momento l'ho tenuto basso e l'ho lasciato perché anche
lui ha il suo perché in questa ricetta.
Prima di iniziare ho 3 consigli fondamentali per voi:
1) NON cambiate le farine altrimenti cambierete  di certo il risultato finale
2) utilizzate pomodori maturi e NON disponeteli semplicemente tagliati e 
appoggiati sulla focaccia perché vanno spremuti e aperti direttamente sull'impasto
3) Consiglio più importante di tutti,  cercate di procurarvi la teglia in lamiera
perché è quella usata a Bari in tutti i forni ed è davvero fondamentale!
Le trovate anche su Amazon e se la acquistate, ricordatevi di bruciarla in 
formo prima di utilizzarla come descritto in questo articolo  e poi non lavarla MAI PIU' 
ma pulirla sempre e solo con carta assorbente per non arruginirla.


E adesso stop alle chiacchiere e passiamo alla ricetta 

Ingredienti per 2 teglie rotonde da 30 cm.
Per l'impasto
250 gr di Farina per Pane Nutrifree
150 gr di Farina Nutrifree per pane integrale
200 gr di farina per pane e pizza Revolution
450 ml di acqua
150 gr di patata lessa (pesata lessa e sbucciata)
9 gr di lievito di birra fresco
50 ml di olio Evo
8 gr di sale
Per condire
10 pomodori perini maturi
un pizzico di sale
olio Evo e origano senza ritegno!


Sciogliete il lievito nell'acqua appena tiepida e lasciate agire per 10 minuti
Miscelate le farine e disponetele nella ciotola dell'impastatrice insieme alla
patata ben schiacciata o ridotta in purea.
Montate il braccio impastatore e cominciate a lavorare e bassa velocità
aggiungendo l'acqua man mano che si lavora.
Una volta assorbita l'acqua unire l'olio a filo e infine il sale.
Lavorate a velocità medio bassa per 10 minuti
Ungete di olio due ciotole e suddividete l'impasto 


Coprite e lasciate lievitare in luogo protetto per circa 3 o 4 ore


Riprendete l'impasto e senza lavorarlo minimamente, fatelo scivolare nelle
teglie ben unte (con l'olio dovrete coprire l'intera superficie).


Ungetevi leggermente le mani e rigirate l'impasto al contrario (in questo modo
avrà assorbito l'olio necessario per la parte che diventerà la superficie)
e con le mani stendetelo fino ai bordi


Adesso tagliate i pomodori a metà (ben lavati ma non preoccupatevi di asciugarli)
e spremeteli sull'impasto schiacciandoli per farli un po' affondare.
Cospargete con abbondante origano secco e con un pizzico di sale.
NON aggiungete altro olio


Coprite entrambe le teglie con pellicola alimentare e accendete il forno in 
modalità statica alla massima temperatura (io 250°).
Appena il forno sarà andato a temperatura, infornate la prima teglia e lasciate
cuocere per 30/45 minuti (a seconda del forno) fino a quando i bordi e il fondo
della focaccia non saranno ben cotti.
Sfornate e cuocete la seconda focaccia


Ed eccola, in tutto il suo splendore e il suo indescrivibile profumo!!!


La focaccia barese può anche essere congelata e basterà semplicemente
scongelarla a temperatura ambiente e passarla in microonde per 10 secondi per
ritrovarne tutta la deliziosa bontà!
Buona merenda a tutti, come una volta ma SENZA GLUTINE



Commenti

  1. Sono stata a Bari questa estate e naturalmente ho mangiato la focaccia barese :-P
    non ti dico la bontà!!!!
    La tua è meravigliosa bravissima !!!!
    un abbraccio ^__^

    RispondiElimina
  2. Appena sfornata...è di una bontà unica...davvero strepitosa...grazie☺

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Suppongo tu sia Maria Grazia. Un abbraccio e grazie ancora ❤️

      Elimina

Posta un commento

Ciao! Aspetto il tuo commento...torna a ricontrollare la mia risposta :-)